Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Tulip - High strangeness

Pubblicato su 19 Maggio 2020 da Federico Fasciano

MIDNIGHT IN THE DESERT - MEZZANOTTE NEL DESERTO 

   
    
Affondo nell'oscurità della notte.    
Le visioni svaniscono.    
Ci sono simboli ovunque.    
Non guardare giù!    
Calmami e cullami!    
Spire di vapore mi sedano.    
Il cordone si spezza.    
Il cordone d'argento* si spezza.    
Parlo di larve.    
Parlo di tombe.    
E' per raggiungere l'aldilà.    
Serve uno sforzo per gridare a squarciagola.    
Non ho un nome    
e mi manca il respiro.    
Il cordone è spezzato.    
E' tutt'intorno!    
Non guardare giù!    
(Queste sono le parole che non ho mai pronunciato.    
Questi sono i mostri nel mio letto.    
Questi sono al contrario i sogni che faccio.    
Queste sono le voci nella mia testa).    
Guarda colui che viene!    
Non ha ancora versato una lacrima.    
Guarda colui che viene!    
Colpirà la paura dentro di noi.    
Siamo noi gli eletti che si nascondono alla vista.    
Siamo noi gli eletti.    
I pochi dimenticati.    
    
Note:     *(Cordone di luce che lega lo spirito al corpo)
    
MISSING TIME - MANCANZA DI TEMPO    
    
Pensavo di riuscire a ricordare.    
Apparve un bagliore e io ero là.    
Il luogo e il tempo erano familiari    
ed ero consapevole,     
ma non potevamo emettere un fiato.    
Afferrami per le radici!    
Raggiungimi dal basso!    
Quest'aria densa e scura mi soffoca    
come un torpore rabbioso.    
Pensavo che saresti riuscito a ricordare.    
Apparve un bagliore e io ero là.    
Quegli eterei santi mi avevano riconosciuto,    
ma non potevamo emettere un fiato.    
Nessun vento attraversa i cieli.    
Il peso morto resta sospeso su di noi.    
Prende forma e si trasforma.     
S'impossessa di questo vigile cuore    
e lo trattiene in preda al canto.    
E' un mormorio in crescendo che brucia come una febbre.    
Che mi infiamma come una febbre.    
E' un'infinitudine la loro soffusa melodia.     
Vedi che i passi mi fanno avanzare    
e ora sono nuda.    
E' stato pensato un epitaffio di morte.    
Il mio capo è chino per la vergogna    
e sono piena di abrasioni,    
ma improvvisamente lei sorge.    
Grido con le mani e il volto verso l'alto.    
Fai attenzione!    
Vedrai le cose che si sono portati via.    
    
COMMUNION - COMUNIONE    
    
Sento di essere una cosa sola (con te).    
Sento di essere in pace con te.    
La tua dolcezza mi spinge in un'eclissi di coscienza.    
Posi il tuo bacio sulle mie palpebre    
e mi offuschi la vista.    
Esitiamo, ormai intrecciati.    
Nella tua stretta indugiamo come viticci.    
Sono io ora il guardiano della chiave.    
Sono io ora colei che infiamma i tuoi sonni.    
Una figura che s'innalza.    
Una figura che fluttua,    
accogliente e avvolgente.    
Arrivano da ogni parte!    
Mi sforzo di sentire le tue grida,    
ma non capisco la fonte da cui provengono.    
Vivo, si distende verso l'alto.     
Libero, si spinge più in profondità.    
Entra!    
Comunione!    
Le braccia nude sono allungate sui lati.    
Vibrano di vita.    
Questi raggianti occhi pieni di luce    
mi riportano indietro.    
    
THEATRE OF THE DEAD - IL TEATRO DEI MORTI    
    
Indossava un fiocco giallo    
quando mi guardò supplicandomi    
di poter avere un po' di pane.    
Le loro voci sono più alte di un'ottava,    
nel teatro dei morti.    
Una terra di ombra profonda,    
impenetrabile al pensiero umano.    
Sono spaventose regioni di morti    
dove tutte le cose vengono dimenticate.    
Come riuscirò allora a lasciare la mia tomba?    
In trionfo o col rimorso?    
Sarà un destino spaventoso o di gioia?    
Sarà un incontro maledetto o benedetto?    
Appena avrò abbandonato la terra,    
che ne sarà di me?    
Sarà eterna felicità o afflizione?    
Deve esserci una parte per me!    
Spessi e recenti segni d'artigli.    
Legati con corde.    
Inchiodati nel filo spinato.    
Saremo immortali.    
Chi potrebbe soddisfare il dubbio    
che mi strazia il cuore pieno d'ansia?    
Verrò cacciata via con i dannati    
o radunata insieme agli altri?    
Oh, anime che siete così crudeli con me!    
Tenete lo sguardo fisso avanti!    
Guardate come la nebbia è sporca e torbida    
nel teatro dei morti!    
Asciugano le macchie di medicinale    
che lentamente mi gocciolano dal mento.    
Gli occhi sono opachi e inespressivi    
e le ombre fiocamente illuminate giocano a scherzare.    
    
DIMENSIONAL RIFT - VARCO DIMENSIONALE    
    
In un ambiente che si restringe    
camminiamo nell'acqua.    
Camminiamo in profondità nell'abisso    
ed eccoci ancora qui!    
Oh, lasciate che con me la faccia finita!    
Che si interrompa.    
Vi prego, lasciate che con me la faccia finita!    
C'è un detto: cerca e troverai.    
Ancora mi vedete lì,    
un cieco che va dietro a un cieco.    
Giù nella valle ci troviamo in un labirinto    
costruito con perizia.    
Potrei anche scendere per salvarmi,    
ma continuerò a trascinarmi su per quella collina.    
In un'atmosfera solenne, in maniera confusa,    
ne traccerò la forma.    
Sussurra alla mia mente!    
Sii l'eco della tempesta!    
C'è un luogo in cui scorre la corrente    
per indicarci il percorso    
e farci emergere una volta ancora.    
    
ENTITY - ENTITA'    
    
E' una sensazione di freddo sulla pelle.    
Mani mi prendono per le spalle    
e mi fanno voltare.    
Mi segue standomi vicino.    
Mi segue come un respiro o dei passi    
lungo il corridoio.    
Come un cancro le cresce dentro    
e ne infetta la giovane mente.    
Il veleno scorre attraverso    
e penetra nei tipi gelosi.    
Corri verso di me! Corri!    
Sbrigati a venire verso di me! Corri!    
Affranta e innamorata. Afflitta.    
Sì, la mia anima è lui! E' lui!    
Attenzione, terra peccaminosa!    
Fai attenzione!    
I giudizi più dolorosi sono a portata di mano.    
Amano vederci nella morte.    
    
THE INNER LIGHT - LA LUCE INTERIORE    
    
Nulla di ciò che rimane può sfiorarci qui,    
come il morto in una sanguinosa lotta.    
Ora va tutto bene.    
Ogni passo indietro, lo sguardo è costante.    
Le nostre vite sono state scaricate e divise.    
Ma ora va tutto bene.    
Siamo andati avanti.    
Ci siamo mossi nel tempo.    
E' stato arduo. Silenzioso.    
Nessuno è affondato.    
Verso casa. Sto tornando a casa.    
Ora mi lamento, ma sono sempre a casa.    
Quando hai abbandonato la mia anima    
la luce interiore ha fatto irruzione.    
La vivida luce mi ha travolto.    
I semi di luce si sono spenti. Si sono rotti.    
Quali saranno qui le mie sofferenze?    
Le gioie del futuro saranno sempre luminose,    
ma non di un bianco immacolato.    
Consegnami alla felicità o all'afflizione!    
Dammi sollievo o dolore,    
ma mandali via!    
Lascia che trovi la mia strada del ritorno!    
    
DEEPSTATE - STATO PROFONDO    
    
La luce dopo l'oscurità.    
Il guadagno dopo la perdita.    
La forza dopo la debolezza.    
Una corona dopo la croce?    
Il dolce dopo l'amaro.    
La speranza dopo la paura.    
La casa dopo il vagare.    
La lode dopo le lacrime.    
Il vicino dopo il distante.    
Il bagliore dopo il buio.    
La vita dopo il dolore.    
La vita dopo la tomba.    
Dopo l'agonia la beatitudine dell'estasi.    
Giusto è il sentiero che conduce a tutto questo.    
Radunatevi insieme a me!    
Lasciate che questo corpo decada!    
Che si pieghi e poi muoia!    
Toglierò il velo.    
Nuovi mondi lassù.    
Troverò riposo.    
Preannuncia soltanto felicità,    
abbracciata ai miei cari.    
Liberatevi dei vostri limiti!    
Radunatevi insieme a me!    
Mi avete colpito alla testa migliaia di volte.    
I miei capelli sono attorcigliati alle vostre mani.    
Giusto è il sentiero che conduce a tutto questo.    
Il nostro peso ci trascina    
e abbiamo camminato tra i responsabili della volontà e del destino.    
Il mio Signore ora spero che mi aspetti.    
Sono viva    
e rifiuto le vostre lusinghe.    
Il mio Signore ora spero che mi aspetti.    
Scegliti un nome per me!    
    
TRASFIGURATION - TRASFIGURAZIONE    
    
E' sempre lei a bruciare così intensamente.    
Il mio cuore batte a doppia velocità.    
Per tutto questo tempo dove sei stato?    
Portami nell'aldilà!    
Un respiro agonizzante.    
Un respiro di liberazione.    
Le mie ossa maledette sono ammaccate.    
I miei denti digrignano.    
Lei che ha gli occhi sfavillanti.    
E' lei a bruciare così intensamente.    
Osserva le indicazioni durante il tuo viaggio!    
Guarda come passano veloci!    
Le grandi profezie.    
Quale sarà il prossimo grande dramma di gloria?    
Non il mio ritorno a casa    
e non l'eternità.    
Svuotata da una sacra causa,    
ho tagliato i miei alberi e ho ricominciato da capo.    
Questo non è un miracolo.    
Non sono la tua (figliola) prodiga.    
Non sono io quella.    
Osserva le indicazioni durante il tuo viaggio!    
Guarda come passano veloci!    
Le grandi profezie.    
Giù fino ai piedi di ferro e d'argilla,    
deboli e divisi presto moriremo.    
Il vento impetuoso dovrebbe aver raggiunto la nave    
e soltanto ora essa si muove.    
Cerca di afferrare e arraffare.    
Ora del mattino non ci sarò più.    
Oh, creatore di sogni!    
Frantumatore del cuore!    
Ovunque tu andrai    
io non seguirò la tua via.    
Scivolerò nell'oscurità della notte e del giorno.    
 

Commenta il post