Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Sybreed - Antares

Pubblicato su 19 Gennaio 2020 da Federico Fasciano

EMMA 0 - EMMA 0    
    
Mutilami! Fammi male!    
Ti sei tagliata le ali per giustificare la mia colpevolezza.    
Siamo tutti schiavi di qualche ossessione sadica.    
Hai infilato questo spillone nella mia testa.    
Uno spillone chiamato "dolore".    
Lascia che ti odi!    
Non ti salverò mai da te stessa.    
Abbracciami! Distruggimi!    
Il domani non sarà più lo stesso.    
Hai rivelato il mio lato peggiore.    
La mia inclinazione a perdonare ogni peccato.    
E sono incapace di evitare che il mio sguardo    
indugi sulla tua aureola di disperazione.    
Un'amore ostile. E' tutto ciò che sei.    
Non c'è redenzione nei tuoi sorrisi umilianti.    
Prosciughi la mia vita    
e la tua grazia è una bugia.    
Hai posto il tuo sigillo così profondamente nella mia carne.    
Lascia che ti odi!    
Non ti salverò mai da te stessa.    
Abbracciami! Distruggimi!    
Il domani non sarà più lo stesso.    
Lascia che ti odi!    
Non ti salverò mai da te stessa.    
Spezzami! Costringimi,    
come un angelo che cade sulla terra in fiamme!    
Non esiste riposo nel tuo abbraccio letale,    
immerso nel tuo disprezzo.    
Non posso sperare altro da te    
e in questo inferno sulla terra    
ho già venduto la mia anima.    
Lascia che si concluda questo gioco senza uscita!    
Mi hai corrotto, passo dopo passo    
e come un verme mi hai divorato fino al cuore.    
Vorrei morire nella tua stretta mortale.    
Sei un raffinato diavolo sotto una maschera.    
    
EGO BAYPASS GENERATOR - GENERATORE DEL BYPASS DELL'EGO    
    
Ti svaghi nel tuo paranoico stato mentale.    
Un insieme di atteggiamenti maliziosi che sparano merda.    
Ecco cosa sei!    
Celebri te stesso con la corruzione e l'autoindulgenza    
e intanto pensi che il mondo sia tuo.    
Vaffanculo!    
Ci incolpi di non aver mai creduto alle tue menzogne,    
ma le tue patetiche parole non giustificano    
lo spreco del nostro prezioso tempo.    
Vuoi ogni cosa    
e uccideresti per cinque minuti di notorietà.    
Non importa a chi lo succhi.    
Sei un caso senza speranza.    
Ti vedi come se fossi il fottuto "numero uno".    
Un ego avvelenato e smisurato, ma indefinito.    
Non c'è speranza di vederti migliorare.    
Non c'è motivo di cercare di capire.    
Sei un inutile essere miserabile.    
Assurdo e irrilevante.    
Ti consumerai con tutto quell'odio.    
Sei sporco e privo di anima.    
Una vana esistenza da cancellare senza rimpianti.    
    
RIVIVE MY WOUNDS - RISVEGLIO LE MIE FERITE    
    
Non ho bisogno della tua sprezzante risposta    
e sono stanco del tuo costante rifiuto.    
Non voglio affrontare la tua immoralità.    
Irritato dal tuo sorriso egocentrico,    
non sopporto più il tuo odio pieno di amarezza.    
La tua presenza significa dolore.    
Ferisci la mia anima con le tue fottute bugie!    
Sono alla ricerca della redenzione    
e vorrei poter trovare una risposta.    
Le parole sono inganni perfetti    
e continueranno a risvegliare le mie ferite per sempre.    
Una stella nera ruota intorno a un polo di cruda negatività,    
come un vuoto mai riempito.    
Il prezzo del peccato è la rovina,    
attuata con schemi autodistruttivi.    
Mi sento stordito e insensibile.    
La tua subdola eresia è così vana    
e mi fa sentire privo di vita. Morto dentro.    
Preferirei svanire o versare il mio sangue per terra    
che dover affrontare la tua strabordante vanità.    
Assaporo la mia rabbia.    
Reagisco per proteggere la mia mente.    
Ti ho lasciata a contorcerti,    
con il tuo mondo perverso come sfondo.    
Il controllo ha ceduto.    
Basta con le promesse fasulle!    
I miei occhi sono spalancati.    
    
ISOLATE - ISOLATO    
    
Quante abitudini sbagliate!    
Quante cicatrici!    
Quanti giorni vuoti in questo mondo grigio!    
Serro le mani.    
Sono arrivato al limite e sono isolato.    
Non ho nessuna redenzione da trovare.    
Ho sprecato così tante parole    
e sono cresciuto in un regno di falsità.    
Non ho uno scopo, né mete grandiose    
verso cui indirizzare la mia anima.    
Dio! Dimmi perché sono costretto a vivere    
in questa condizione di lenta disgregazione!    
Quanti gesti!    
Quante notti a tentare di oppormi alla paura    
e ad allontanare la disperazione!    
Sarà l'ultimo momento prima della mia morte.    
Lascio perdere e per l'ennesima volta mi arrendo.    
Tutte le mie aspettative.    
Tutte le vite di cui ho sognato.    
Questa volontà che diventa polvere,    
sparpagliata lontano nel vento della tristezza.    
E' una casuale transizione su (diversi) piani di sofferenza.    
Un evanescente granello di sabbia    
che sprofonda nel mare del nulla.    
Ho perso la fede.    
M'inabisso nelle profondità dell'oblio    
e spero di non dover condividere il mio dolore.    
Sono ben lontano da ogni rifiuto della realtà    
e da inutili negazioni.    
Ho dissacrato le fondamenta della mia fragile esistenza    
e sono perso nella tenebra più pura.    
Soffoco sotto il peso dell'agonia e della delusione.    
Dio! Dimmi perché sono costretto a vivere    
in questa condizione di lenta disgregazione!    
Dio! Dimmi perché tutti noi veniamo travolti     
da questo vuoto assoluto!    
Non vedo nessuna luce al di là.    
    
DYNAMIC - DINAMICA    
    
Ogni giorno è una fredda sofferenza,    
ma ogni giorno risorgo.    
Non mi aspetto nulla da questo mondo di merda    
e contrariato me ne tengo lontano.    
Confuso e perso, precipito nell'afflizione.    
Sono soltanto idiota o anche inutile?    
Ogni volta che devo respirare,    
in ogni modo possibile provo dolore.    
Fuoco liquido mi ustiona i polmoni    
e un chiodo acido mi penetra il cervello.    
Perché dovrei uniformarmi alla comune apatia?    
L'autodistruzione sembra così dolce.    
La negazione è ciò che ho scelto    
per preservare la sanità mentale    
e sono intrappolato in una dinamica d'odio.    
E' come un movimento senza sosta     
che ci conduce verso la dannazione.    
L'esistenza è una puttana.    
"Felicità" è soltanto una parola    
e l'amore è una specie di vuota bugia.    
Ciò che dai oggi può essere recuperato velocemente.    
Viviamo in costante attesa    
e la vanità è tutto ciò che condividiamo.    
Qualunque cosa facciamo restiamo ciechi    
e veniamo ricompensati con una morte rapida.    
Pesantemente divisi, abbiamo perso la fede.    
Come potremmo misurare quanto abbiamo fallito?    
Svanisco, purificato e scappo grazie alla decomposizione.    
Tutto ciò che potrei fare non solleverà mai dai vostri occhi    
il velo che avvolge le menti limitate in forme di paura.    
Non c'è alcuno modo di cambiare il destino    
o distruggere la realtà.    
    
NEURODRIVE - NEUROSTIMOLATORE    
    
Rimarrò cieco e scisso?    
Ho cercato con impegno di trovare un modo    
per disabilitare questo perenne tormento.    
La mia morte sarebbe una rinascita.    
Una resurrezione con cui guarire la mia anima     
e ritoccare la perfezione.    
Definisco gli schemi per un nuovo progetto    
di autopercezione della mia mente.    
Ricreo la mia carne ora purificata.    
E' un tentativo di eliminare il dolore.    
Disconnetto ogni struttura.    
Disintegro il sangue e le ossa.    
Poi analizzo le conseguenze.    
Il mio corpo è debole    
e sotto anestesia viene perfezionato.    
La lucidità e la sofferenza possono collidere.    
La decostruzione della realtà dovrebbe aiutarmi    
a capire questo violento decadimento.    
I neurostimolatori elettrici inducono la morte.    
Posso diventare Dio se sanguino abbastanza?    
Un impulso sintetico sradica la struttura del mio pensiero.    
Ricompongo i nervi e ricostituisco le cellule al loro interno.    
Sono un'unita grezza e carnale pronta a risorgere.    
Cado sulle ginocchia.    
La mia anima è in fiamme.    
Disfunzioni del DNA producono componenti    
di un'emergente scintilla della creazione.    
Frantumo i confini del mio ego    
e discendo nel vuoto.    
Sto fluttuando attraverso la prospettiva perfetta    
della verità nascosta oltre il divino velo della luce    
e depuro le mie vene dal veleno della delusione.    
Modifico i livelli dell'esistenza.    
La sequenza è compiuta!    
La mia mente è ricablata.    
    
PERMAFROST - PERMAGELO*    
    
Ho sepolto la gioia e la fede,    
deliri ingannevoli    
e ho trovato un modo per purificare    
la mia mente dalla desolazione.    
Che cosa potevo ricavare,    
a parte sofferenza e illusione,    
ora che l'innocenza non c'è più?    
Non c'è rimedio per questo desiderio corrotto    
quando tutto giunge alla sua fine.    
Non sono altro che frustrazione.    
Termino la mia vita senza rimorsi    
e, ormai sulle ginocchia,    
aspetto ancora di raggiungere la redenzione.    
Non c'è rimedio per questo desiderio corrotto.    
Per spurgare il dolore dalla mia testa.    
La mia carne è fredda.    
Non provo più nessun patimento.     
E' l'amara arte di una morte veloce.    
Un velo di ghiaccio mi ricopre la pelle.    
La mia anima sanguinate è senza vita.    
La canna di una pistola alla tempia    
è come la promessa di liberare    
le mie paure contro un muro di realtà.    
Che gran giorno per estinguersi!    
Che cos'è l'esistenza se non un'incessante rovina?    
Vivere significa morire, senza assoluzione.    
Nulla può essere salvato.     
Il mio cuore è inaridito.    
Ho sepolto il mio ego e soffocato le mie speranze.    
Ho maledetto me stesso    
a causa di questo anticipo di devastazione    
o per un bagliore di luce ascenderò tra le stelle.    
Ho scoperto così la mia mortalità.    
La colpa è mia se non sono stato in grado di vivere?    
    
Note:    *(In uno stato di gelo perenne)
    
ORBITAL - ORBITALE    
    
Ho separato il buio dalla luce    
e ho riorganizzato a mio piacere il caos primordiale.    
Ho ricostruito le galassie pulsanti    
in base al ritmo del mio pensiero.    
Ho riunito in rotte di collisione    
migliaia di stelle in esplosione,    
che collasseranno su se stesse    
in un'enorme scarica di impulsi cosmici.    
Sto fissando l'universo.    
Forzo le onde di luce.    
Tocco il nucleo di una massa stellare    
e sono di nuovo rinato.    
Contemplo il volto di Dio    
che riflette la mia stessa anima.    
Resto in fase orbitale e divento eterno.    
Fluttuo con inerzia, comprimendo la gravità.    
Mi sto muovendo nella dimensione perfetta    
della creazione divina.    
Come una supernova attendo l'implosione definitiva.    
Coalescente e irradiante,    
posso vedere lo spettro della realtà.    
Riattivo movimenti atomici    
e raccolgo fotoni tra le mie mani,    
che bruciano come milioni di soli    
e illumineranno il mio cammino per secoli.    
Ho fuso la mia carne alla materia.    
Ho combinato la mia mente con l'intero genere umano.    
    
TWELVE MEGATONS GRAVITY - GRAVITA' DI DODICI MEGATONI    
    
Non sono un redentore.    
Non sono l'ennesimo messia.    
Non voglio salvare il vostro mondo.    
Al contrario lo farei divampare tra le fiamme.    
Sputo sulle colombe.    
Le vostre buone intenzioni sono masturbazioni    
atte a nascondere un semplice fatto:    
avete paura della vostra sete di violenza.    
Sono la nuova salvezza.    
Sono la voce che vi urla nella testa.    
Non provo nessuna compassione    
e annichilirò il sorriso dei vostri volti.    
Stronzi!    
La morte mi circonda.    
Il sangue è il motivo per cui gli lecchiamo i piedi.    
Tutti celebrano questo regno di porci.    
Piaceri e atrocità.    
La carne si fonde in orge di peccati sessuali.    
Voglio distruggerli tutti    
per essersi immersi nel loro seme e nella lussuria!    
Non sono allineato con la felicità.    
Non voglio essere uno schiavo lobotomizzato.    
Mordo la loro mano e taglio il guinzaglio.    
La corda del conforto è intorno al mio collo.    
Mi godo l'amaro sapore di vedere le delusioni svanire.    
I vostri solidi sogni sono avvolti in una vellutata forma d'ignoranza.    
E ancora continuate a negare il dolore!    
Il prurito vi corre sotto la pelle.    
E' il bruciore della disperazione più profonda.    
Vi piace il gusto della vergogna?    
E la lama della vanità?    
Un paradiso massacrato.    
Un luogo di serenità per gli stolti.    
Una dose di offese.    
Questo è ciò che vi meritate.    
Sono il proiettile in traiettoria    
e mi scaverò una via nel vostro cervello.    
Estrarrò tutte le parole corrotte    
con la massiccia pressione di una pistola.    
Mi fate schifo!    
Stronzi!    
    
PLASMATERIAL - PLASMATERIA    
    
Ancora una volta percepiamo il silenzio    
e siamo così distanti dal saper aspettare la liberazione.    
Ci consumiamo tra le fiamme di un fuoco puro,    
mentre rimaniamo soli e separati.    
Scendiamo lungo la complessa corrente dell'esistenza.    
Grigi giochi d'ombra riflettono la nostra vanità.    
Viviamo per mentire e tradire,    
mentre rimaniamo soli e separati.    
Lecchiamo il sangue della nostra innocenza    
corrotta e frantumata.    
Ingurgitiamo veleno     
e chiudiamo gli occhi durante la discesa.    
Perdiamo la volontà nell'autoafflizione.    
Una promessa vana ci infrange il cuore    
e siamo così stanchi di vivere in questo modo,    
ma ci piace la mancanza di luce.    
Camminare nelle tenebre per poter scappare.    
Questa cecità dovrebbe curare la nostra mente    
dalla terrificante disperazione?    
Non siamo in grado di trovare le giuste certezze.    
Non siamo in grado di trovare la salvezza.    
Siamo fragili e patetici.    
Siamo possibilità inesistenti.    
Plasmateria dissolta.    
Nascondiamo le offese dentro di noi,    
spaventati di mostrare le nostre ferite    
e ci godiamo la dannazione.    
Disconnessi, non abbiamo né uno scopo, né un significato    
per poter avanzare su questa terra.    
Come manichini ci evolviamo in uno spazio di realtà morte,    
circondati dalle nostre insoddisfazioni.    
Frammentati e distorti fino al midollo,    
ricerchiamo l'estasi della fede    
in questa mascherata chiamata "vita",    
mentre rimaniamo soli e separati.    
Diamo il benvenuto al fallimento!    
Delicatamente sosteniamo tra le nostre braccia    
quel male chiamato "umanità".    
La genesi delle lacrime e la raffinata agonia.    
    
ETHERNITY - ETERENITA'    
    
Questo gelido mattino è come una consacrazione.    
Una processione di anime che non finirà mai.    
Il tempo del ricordo e della disillusione    
prosciugheranno il dolore liquido nelle mie vene.    
Drenami il sangue e affondami nel sole!    
Sarò per sempre sanato e santificato.    
Una nuova nascita.    
Abbiamo oltrepassato il Rubicone.    
L'eternità miscelerà le nostre menti in una sola.    
Chiudo gli occhi e rabbrividisco nella resurrezione,    
al centro di questa terra del risveglio.    
Galleggio nella luce della rivelazione.    
"Muori e rivivrai nella tua forma più pura".    
Guardo verso il cielo    
e prego per la mia liberazione.    
Un sussurro senza fine per la definitiva redenzione.    
Per respirare il fuoco della creazione.    
Divino e purificato.    
 

Commenta il post