Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

The ocean - Phanerozoic I: Palaeozoic

Pubblicato su 1 Aprile 2019 da Federico Fasciano

CAMBRIAN II: ETERNAL RECURRENCE - CAMBRIANO* II: CICLO ETERNO    
    
Fratello! La tua vita intera è come una clessidra.    
Continuerà sempre a essere capovolta    
e si esaurirà perpetuamente.    
Trascorrerà un lungo minuto e poi verremo rovesciati,    
finché queste condizioni, dalle quali ti sei evoluto,    
torneranno sulla ruota di un processo cosmico.    
Continueremo sempre a essere capovolti.    
Allora ritroverai ogni sofferenza e ogni piacere.    
Ogni amico e ogni nemico.    
Ogni speranza e ogni dannato errore.    
Ogni stelo d'erba e ogni raggio di sole.    
Una volta ancora la fabbrica della realtà    
ricostituirà la tua vita, che per sempre verrà rovesciata.    
Il cerchio sul quale ti trovi è soltanto un granello    
che luccicherà eternamente come fosse nuovo.    
Continueremo sempre a essere capovolti.    
E in ognuno di questi cerchi    
ci sarà un'ora in cui un uomo e poi molti altri    
percepiranno il magnifico pensiero    
di un ciclo eterno per tutte le cose    
e per l'intero genere umano     
questa sarà sempre l'ora del mezzogiorno.    
Allora ritroverai ogni sofferenza e ogni piacere.    
Ogni amico e ogni amore da tempo perduto.    
Ogni speranza e ogni dannato errore.    
Ogni stelo d'erba e ogni raggio di sole.    
Tutto da capo.    
Tutto ricomincia.    
    
Note:    *(Primo periodo Paleozoico - 541/485 milioni di anni fa)
    
ORDOVICIUM: THE GLACIATION OF GONDWANA - ORDOVICIANO*: LA GLACIAZIONE DEL GONDWANA**    
    
Le fratture erano visibili sin dal principio.    
Ora ci troviamo nelle profondità delle viscere della Terra.    
Abbiamo osservato queste due placche tettoniche separarsi lentamente    
e quando la prima crepa apparve sulla superficie,    
abbandonammo le nostre speranze in favore della realtà.    
Un po' di cose si assommarono    
fino a dare un calcio nei denti alla vanità.    
Con questo scenario qualsiasi volontà di trovare una soluzione    
si piegava davanti al patibolo.    
Avete mostrato i vostri veri colori soltanto in mia assenza.    
Strisciate lontano!    
Non digrignate i denti!    
Fate finta di non essere mai stati qui!    
Avete impilato dentro di voi un'ampia collezione    
di piccoli monumenti alla frustrazione e all'impossibilità di comunicare.    
Ed è stato questo il tragico dilemma della nostra costellazione!    
Non le differenze tra noi,    
quanto la mancanza di onestà nel parlare.    
Ho cambiato il mio parere su di voi    
dopo che avete ghermito ogni cosa che non fosse inchiodata al suolo    
o rinchiusa da qualche parte.    
E ora sbandierate il vessillo della giustizia e dell'equità?    
Che Dio ce la mandi buona!    
    
Note:    *(Secondo periodo Paleozoico - 485/443 milioni di anni fa)
           **(Supercontinente originario)
    
SILURIAN: AGE OF THE SEA SCORPIONS - SILURIANO*: L'ERA DEGLI SCORPIONI DI MARE**    
    
Polvere. Vedo il rosso.    
Conosco la condizione in cui vi trovate.    
Il tempo è giunto una volta ancora.    
Questo non è il nostro habitat.    
Non è il luogo in cui poter vivere.    
Voi ed io abbiamo subito grandi sofferenze    
per non essere scesi in profondità.    
Giù nella corrente impetuosa del nostro subconscio.    
Le ombre ci sfiorano    
e qualche volta sono vicine ad afferrarci.    
Gli scorpioni di mare cacciano in queste acque.    
Sono predatori alfa,    
ma questa volta non ci arrenderemo di fronte all'ignoto.    
Chiudete gli occhi! Trattenete il respiro!    
Ora ditemi! Siete sicuri di voler percorrere ancora questo cammino?    
Sappiamo che cosa c'è in agguato alla fine della strada.    
Cancellate tutti i dolorosi ricordi dell'indignazione di un tempo!    
E' un altro giorno di questa brutale realtà dai due volti.    
Ora capisco come ci si sente ad essere intrappolati    
dentro la tana della luce.    
I riflessi baluginano sulle pareti.    
Si perde ogni senso del tempo    
e ogni pensiero lucido si dissolve.    
Imparate ad abbracciare il dono dell'ambiguità!    
Vi renderà liberi.    
Abbiamo detto qualche parola che non avevamo mai pronunciato,    
ma ancora ne ignoro il significato.    
Forse domani ci sveglieremo pieni di gratitudine,    
nell'incertezza che i ghiacci si siano ritirati.    
Potremo scaldarci e le acque saranno basse.    
O forse no.    
Io sono totalmente fottuto    
e l'unica cosa che desidero è dormire.    
Siete esposti alla mia interpretazione,    
ma vi prego di tagliarmi fuori da questa equazione.    
Liberatemi!    
La mia coscienza è pulita quanto un cielo azzurro dopo la tempesta.    
Siamo così fieri delle nostre conquiste!    
Abbiamo detto qualche parola che non avevamo mai pronunciato,    
ma ancora ne ignoro il significato.    
Forse domani ci sveglieremo.    
    
Note:    *(Terzo periodo Paleozoico - 443/416 milioni di anni fa)
           **(Euripteridi, specie di creature marine estinte 260 milioni di anni fa)
    
DEVONIAN: NASCENT - DEVONIANO*: NASCENTE    
    
I nostri sogni ora si librano sulla superficie    
e l'orizzonte muta lentamente nel blu.    
La celebrazione della primavera scaccia l'inverno.    
Lascio che la mia mente profonda si sviluppi.    
I nostri frammenti sono radunati tra la polvere.    
Sono stato preso di notte per colorare lo spazio    
nato sul palmo della mia mano,    
ma nessuno è venuto a dirmi    
che questa strada era ricoperta di vegetazione    
e veniva tenuta nascosta.    
Rimandatemi indietro per la sera,    
prima del nostro primo giorno!    
Devo ritagliarmi del tempo per le parole,    
prima che se ne vadano.    
Ho trovato il mio posto in mezzo agli altri    
e ho capito che le stelle erano troppo lontane.    
La canzone rimarrà non cantata.    
La catena intorno al mio collo mi sbatte sulla schiena,    
come l'imminente, violenta tempesta    
di momenti mai vissuti.    
Nascente.    
Le nostre paure ora si librano    
sotto la superficie della nostra coscienza.    
I nostri orizzonti interiori vanno lentamente fuori scala.    
    
Note:    *(Quarto periodo Paleozoico - 416/359 milioni di anni fa)
    
PERMIAN: THE GREAT DYING - PERMIANO*: LA GRANDE ESTINZIONE    
    
Gli sguardi sono fissi sulle acque tra i continenti.    
Questa è Laurasia** e sembra così diversa.    
Soffia un forte vento e gli oceani sono neri come pece.    
Non cerchiamo rifugio!    
Voglio congelare e sentire il profumo del tuo collo.    
Presto ognuno di noi sarà morto,    
ma nel grande disegno delle cose non farà nessuna differenza.    
Tutto rimarrà uguale.    
Non facciamo i sentimentali!    
Gli sguardi sono fissi sulle acque tra i continenti.    
Questa è Gondwana e sembra così diversa.    
Soffia un vento gelido e i mari sono già morti.    
Buttiamoci nelle acque!    
Lasciamo che i nostri siano gli ultimi corpi!    
Sento il freddo.    
La notte mi striscia addosso.    
Fermiamoci e aspettiamo di congelare insieme!    
Riposiamo così per sempre!    
Striscia nelle mie ossa,    
dove hai giaciuto fin dal giorno in cui siamo nati!    
Il livello delle acque si alza,    
ma noi saremo parte di quel 5%.    
Sopravviveremo alla grande estinzione, non c'è dubbio.    
Voi ed io. I pochi eletti.    
E' tutto ciò che sappiamo.    
Io non sono lì, ma potete sempre scrivermi, come all'inizio.    
Non siete più vicini a me, ma è così che è sempre stato.    
Eravate un fantasma prima di diventare reali    
ed è tutto ciò che dobbiamo sapere.    
Ora che non siamo più insieme    
e ora che non parliamo più,    
non posso fare a meno di ricordare    
come vi siete offerti quando avete capito    
che avrei ucciso pur di alleggerire questo peso.    
Sento il gelo insinuarmisi dentro.    
Vi ho abbandonato alle vostre paure, cresciute a dismisura.    
Sì, è vero ciò che dicono. Non amo l'umanità,    
nemmeno un po', ma do valore all'empatia    
di chi si vendica delle iniquità.    
Il livello delle acque si alza.    
E' l'inizio della grande estinzione    
e presto sarà tutto finito.    
C'è tempo per recuperare. 30 milioni di anni.    
Avrei ucciso pur di alleggerire questo peso.    
In contemplazione. E' difficile, persino adesso.    
L'aria sta diventando calda e asciutta.    
Infilandosi sotto la pelle e nelle ferite aperte,    
i raggi del sole ci bruciano vivi.    
E' tutto ciò che dobbiamo sapere.    
    
Note:    *(Sesto periodo Paleozoico - 299/251 milioni di anni fa)
            **(Parte centrale del supercontinente Rodinia)
    

 

Commenta il post