Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Tribulation - Down below

Pubblicato su 17 Maggio 2018 da Federico Fasciano

LAMENT - LAMENTO            
            
Ossa fracassate giacciono dappertutto.            
La torcia accesa è fioca.            
Un serpente si avvolge dentro di te.            
Da te si leva un fetore,            
che s'insinua attraverso gli strati di carne            
e ti afferra alla gola.            
Crolli. E' difficile riuscire a respirare.            
Con disprezzo danziamo sulla tua tomba.            
Potremo vederti, se ti avvicinerai a noi?            
No! Non vedremo mai il tuo volto.            
Non troveremo mai un modo per tornare indietro.            
Potremo vederti avvolto in una tempesta,            
se ti avvicinerai a noi?            
No! Non vedremo mai il tuo volto.            
Non troveremo mai un modo per tornare indietro.            
La via era sacra.            
Lei era giustificata per tutti i suoi figli,            
ma non avrebbe mai potuto restare.            
E' la stirpe di Saturno e Saturno lo sa.            
Egli ci viene mostrato,             
ma noi tutti rimpiangeremo la morte di Sophia.            
In questo mondo di aridità, non ho nulla da dire.            
Sono come bendato e muto.            
La notte è il giorno.            
Santo! Santo! Santo!            
Viaggia attraverso il labirinto e fallo con benevolenza!            
            
NIGHTBOUND - VINCOLATO ALLA NOTTE            
            
All'estremo, sul limitare della menzogna,            
risoluto mi metto in cammino per trovare una soluzione.            
Giù nella valle del crepuscolo sono alla ricerca di qualcosa di perduto.            
Nel tramonto senza tempo i sogni prendono forma.            
Nella nebbia remota di sacri ricordi mai rivelati            
due mondi entrano in collisione.            
La confusione turba lo scorrere del tempo            
e il cielo si spalanca.            
Mi ordina di arrendermi e di separarmi dalla luce.            
La tristezza è profonda.            
Vengo umiliato e gettato a terra,            
quando un fulmine mi colpisce.            
Sono vincolato alla notte.            
Ricordo. Ricordo chi siamo e la lunga notte cala con grazia.            
Sorgono demoni di pietra a evocare un nuovo inizio            
e il passato di sofferenza affonda nella terra.            
Morire viene prima di ogni altra cosa,            
ma nulla finisce per sempre.            
Grido e scivolo lontano da questo mondo,            
soltanto per rinascere di nuovo.            
            
LADY DEATH - SIGNORA MORTE            
            
Camminamo nello splendore notturno della luce lunare.            
Un fuoco trascendente brilla nei suoi occhi.            
In una violenta esplosione di potenza            
e tra le urla terrorizzate della folla,            
danzo con la dea e la terra è scossa dai tremiti.            
Bellissima e severa.            
Piena di grazia, ma fiera è la Signora Morte.            
Madonna nera, riversa sulla mia anima la tua furia smodata!            
Terribile. Maestosa.            
Il suo amore scorre attraverso le ere.            
Disintegra la mia mente, amata figlia della notte antica!            
Nelle profondità della tua mistica tenebra, mi appresto a morire.            
            
SUBTERRANEA - SOTTERRANEO            
            
Straziante, non c'è vita nel suo sguardo.            
Come una riflessione vuota            
un ricordo si mischia alla foschia.            
Rabbioso e infervorato, tu l'hai portato qui!            
Dai profondi pozzi del dolore e della costernazione.            
Dall'abisso che si spalanca dentro di noi,            
fino alla ferita purulenta dove la morte domina.            
Nel profondo scorrono fiumi neri,            
tra le fessure nella roccia.            
Laggiù, dove la marea è lenta.            
Laggiù saremo soli in eterno.            
Ci ha condotti qui in questo luogo d'ombre,            
dove non serve a nulla pregare.            
Anche il tempo è fuori dal tempo.            
Perduta la grazia di Dio,            
le campane suonano per risollevarmi dalla mia maledizione.            
            
CRIES FROM THE UNDERWORLD - PIANTI DAGLI INFERI            
            
I nostri cuori pulsanti ci guidano in basso,            
verso le fondamenta profonde della vita.            
Nell'utero della natura.            
Nella culla della creazione.            
Nel caos, dove la chiave segreta di ogni bugia è nascosta.            
Oscurità benedetta, tra le ombre della terra.            
Siamo perduti e abbandonati dalla nostra percezione del tempo.            
Nel tuo terreno segreto.            
Nel tuo terreno sacro.            
Sempre più giù.            
Ciò che veniva intimamente percepito si rivela.            
La mia mano non è altro che uno strumento            
di una dimensione dislocata molto lontano.            
Lo spirito sotterraneo si dispera.            
Richiami provengono dall'aldilà.            
Dal ponte del regno del sonno oscuro fino al mondo degli uomini.            
            
LACRIMOSA - IN LACRIME            
            
Splende come una stella.            
Riluce come un fantasma.            
E' diretta verso casa,            
di ritorno dall'abisso fino all'esterno.            
Con una superficie traslucida e fredda,             
quest'immagine riflette il dubbio,            
ma il tempo stesso ne viene definito.            
Nel vuoto cavernoso e immenso.            
Nelle profondità eterne, vi piangerò,            
insieme a tutti quelli prima di voi.            
Il vostro posto è qui, con tutto ciò che è stato preannunciato.            
Ricordate per sempre! Non dimenticate mai!            
Queste lacrime di quarzo saranno perpetue.            
Crisolito, diaspro e agata.            
Il tempo stesso è antico.            
Nel vuoto cavernoso e immenso.            
Nelle profondità eterne, vi piangerò,            
insieme a tutti quelli prima di voi.            
In lacrime!            
Santa Madre dolorosa!            
Le ali nere della morte si dispiegano.            
Radunati e di ritorno al buio utero dell'abisso,            
siete tornati per tempo.            
Siete tornati alle lugubri terre degli antichi.            
            
THE WORLD - IL MONDO            
            
Pianti sofferenti si perdono nel tempo.            
Concrescenza*. L'essenza che avvampa.            
La fine chiama a raccolta i quattro angoli della nostra anima.            
La Madre. Un ponte verso l'Altro.            
Una marcia in un mandala**.             
Il Mondo. L'eterna e completa concrescenza.            
            
Note:    *(Crescita simultanea di più elementi)        
           **(Disegno concentrico)        
            
HERE BE DRAGONS - QUI VENGONO I DRAGHI            
            
Librandomi in un paesaggio spettrale,            
un luogo senza più speranza,             
la scorgo lì ferma, con la pelle pallida,             
senza vita e pronta a scappare.            
Mi avvicino a lei, come un'ombra che si muove con rapidità.            
M'inchino e la prendo per mano.            
Sotto il cielo senza stelle, è sveglia, ma come addormentata,            
gravemente sedotta dai dannati.            
Saluta l'ora finale!            
Senti il gelo! Il tocco dei demoni!            
L'ordine cosmico è ora profondamente turbato.            
In un istante è tutto finito e la luce ne è oscurata.            
Qui vengono i draghi!            
Qui cala la morte!            
Qui si diffonde l'oscurità che ha accolto il respiro del diavolo!            
Non sentite gli ululati distanti dei lupi?            
La morte con pazienza vi perseguiterà in eterno,            
inesorabilmente sospesa sugli oceani del tempo.            
Capirete che il potere del sangue è la vita.            
Immortale. Sconsacrato. Immondo.            
            
COME, BECOME, TO BE - VIENE, DIVIENE, ESISTE            
            
Un urlo lacera il silenzio.            
Emerge dall'abisso una banshee ammantata di ombre.            
La sua tenebra dimora dentro di me.            
Le sue mani sono scheletriche.            
Il suo abbraccio è simile a un incubo.            
Spettrale e sfuggente, venero la sua solitudine.            
Le luci sfarfallanti di un tuono sotterraneo mi respirano sul collo.            
Viene. Diviene. Esiste.            
Messaggero di segreti, la volontà ne sarà annientata.            
Fammi entrare per purificarmi!            
Viaggiamo fuori dal tempo!            
Attraversiamo il baratro verso l'aldilà!            
Verso la luna nel mio cuore!            
La mia anima si ricompone.            
Le luci sfarfallanti di un tuono sotterraneo mi respirano sul collo.            
Viene. Diviene. Esiste.            
Tu sei il tuono. Lo spirito perfetto.            
Bevi il mio sangue! Sarò il tuo sacrificio.            
Tu sei il tutto. Tu sei la fiamma.            
Tu sei l'intero che diventa l'unione.            
Alla ricerca della liberazione della mente,            
l'anima ricomposta è libera!            

 

Commenta il post