Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Threshold - Legends of the shires

Pubblicato su 24 Settembre 2017 da Federico Fasciano

THE SHIRE (PART. 1) - LA CONTEA (PARTE 1)    
    
C'era una volta un uomo dalle molte risorse,    
ereditate dai sogni di qualcun altro.    
Si disse che un giorno avrebbe arato e seminato i suoi semi,    
se soltanto avesse imparato a domare le erbacce.    
Ogni volta che arriverò alla fine,    
dovrò cambiare direzione e ricominciare da capo.    
Continuerò a tornare indietro     
e lo farò sulle mie sole forze,    
perché è per questo che sono nato.    
Non posso aspettare oltre.    
Il mio cuore non batterà un po' più forte.    
Questa è la vita destinata a me.    
    
SMALL DARK LINES - PICCOLI SOLCHI SCURI    
    
C'è un luccichio nel vento e il futuro è in attesa.    
Se le mie piccole parole oscure non manderanno tutto in pezzi     
e capirò che il mondo può essere conquistato    
e se i miei piccoli pensieri oscuri non si metteranno a vagare,     
sento che potranno scivolare via.    
So che i tuoi occhi adorabili sono posati su di me    
e che vivere la vita è una strategia ad alto rischio.    
Ci sono piccoli solchi scuri sul mio cuore stanotte.    
Da tutti quei momenti in cui ho superato il limite    
e da tutte quelle ferite particolari che mi sono lasciato alle spalle,    
i ricordi non possono svanire.    
So che non potrò mai essere perdonato    
per tutte le piccole bugie che mi porto dietro    
ed è per questo che soffro a causa di quei solchi    
che, come segni d'avvertimento, non se ne andranno mai.    
Le linee sono definite e il futuro è imminente.    
Se la mia piccola mente oscura si atterrà al programma,    
riuscirò a sopportare ogni libbra di pressione su di me.    
Se le mie piccole paure oscure non mi sommergeranno,    
sento che potranno scivolare via.    
Ci vuole tempo per cancellare tutti questi solchi.    
    
THE MAN WHO SAW THROUGH TIME - L'UOMO CHE VEDEVA ATTRAVERSO IL TEMPO    
    
Qualcuno gli disse che poteva vedere il futuro,    
dal presente fino alla fine,    
se soltanto avesse trovato il giusto punto da cui guardare    
e avesse avuto un cuore aperto alla comprensione.    
Ma ogni volta che tentava    
e gli sembrava di essere sufficientemente saggio,    
come grazie a un salto nello spazio,    
veniva trattenuto da una forza    
e capiva di non aver accesso a quel luogo,    
a causa di un filtro che non si poteva eliminare.    
Ancora non riusciva a vedere la sofferenza insita nella conoscenza    
e in tutte le informazioni che aveva immagazzinato.    
La curiosità era straripante    
ed egli si mise in viaggio per trovare la porta.    
Tutto ciò che sapeva e che pensava    
erano soltanto increspature sulla superficie.    
Senza alcun preavviso, si ritrovò davanti la porta spalancata     
e con prudenza vi entrò.    
Fu una lunga notte affascinante    
e il coinvolgimento riempì il suo sguardo,    
mentre osservava le cose che sarebbero accadute.    
Molte di esse non si sarebbero dovute conoscere    
prima di averle scelte    
o se non si fosse scoperta la giusta angolazione da cui guardarle.    
I suoi occhi erano spalancati.    
Ma quanto pianse per tutto il dolore!    
E quanto si emozionò per il proprio successo,    
mentre contemplava la sua vita dispiegarsi!    
Come si nascose dalla vergogna!    
Come rise quando venne baciato dalla fortuna!    
Vide i suoi momenti negativi e quelli positivi,    
ma alla fine conosceva troppo.    
Era l'uomo che aveva visto attraverso il tempo.    
Davvero felice per quello che aveva,    
si rilassò e presto dimenticò    
tutte le fatiche che lo avrebbero condotto fin là.    
Il futuro che aveva osservato era più buio di prima.    
Tornò indietro e ritrovò la porta.    
I suoi occhi erano spalancati.    
Ma quanto pianse per tutto il dolore!    
E quanto soffrì per il proprio successo,    
mentre contemplava la sua vita dispiegarsi!    
La vita gli portava soltanto vergogna    
e non era più così sicuro di essere stato baciato dalla fortuna.    
Vide più momenti negativi di quanti fossero quelli positivi,    
perché alla fine conosceva troppo.    
Era l'uomo che aveva visto attraverso il tempo.    
Tutto ciò che aveva pensato di fare,    
tutto ciò che sarebbe diventato    
e tutto ciò che avrebbe sognato e amato    
erano soltanto increspature sulla superficie.    
Tornato a casa prese una decisione coraggiosa:    
si mise a lavorare più duramente di prima    
per annullare la seconda visione    
e ritrovare la prima che aveva visto.    
E ogni volta che soffriva o si sentiva un uomo peggiore,    
si oppose con maggior impeto alla corrente.    
Così forse sarebbe stato soddisfatto    
e avrebbe vissuto storie più importanti.    
Era l'uomo che aveva visto attraverso il tempo.    
    
TRUST THE PROCESS - FIDUCIA NEL SISTEMA    
    
Guardate la terra sotto le nostre unghie, raccolta dal suolo!    
Guardate il sangue che scorre nei nostri corpi,    
quando le trafile burocratiche ci riportano al principio,    
come fossimo sotto attacco.    
Finché sarà la fine.    
Mentre gli altri se ne stanno sempre a osservare,    
veniamo colpiti dal maltempo e restiamo in attesa    
che tutto crolli e vada in rovina.    
Finché sarà la fine.    
Ma siamo determinati a non affogare    
e ci buttiamo giù dalla prua,    
mentre la poppa va a fondo.    
Sempre più giù.    
Che senso ha avere tutto questo potenziale,    
quando passiamo tutto il tempo a rifletterci sopra?    
Butteremo via tutto quello che abbiamo costruito.    
Finché sarà la fine.    
Non sarà altro che una vita di compromessi    
e di buone intenzioni vanificate da imprevisti    
che ci riportano coi piedi per terra.    
Finché sarà la fine.    
E mentre riusciamo a toccare il cielo,    
ci viene detto che non arriviamo poi così in alto.    
Siamo molto al di sotto.    
Eppure sappiamo che ci abbiamo sempre provato.    
Quando colui che ti guida non sa dove andare,    
come puoi seguirlo?    
Ci fidiamo del sistema    
e più impariamo, meno sembriamo conoscere.    
Come fate a bervela ancora?    
Fiducia nel sistema?    
Quando il giorno si conclude e tutti sono ben pasciuti,    
siamo troppo stanchi per essere attivi e creativi.    
Sprecheremo un giorno dopo l'altro.    
Finché sarà la fine.    
Lo sapete. Non ci aspettiamo che sia tutto perfetto.    
Gonfiamo il petto e ci uniamo alla gara.    
Finché sarà la fine.    
E mentre percorriamo una strada che non è davvero una strada,    
procediamo verso il nulla.    
Almeno è positivo sapere che non siamo soli.    
Non serve a niente nascondersi dalla verità.    
Ve ne state appollaiati sui tetti e ignorate le stelle.    
Non ha senso indicare la verità,    
quando si gareggia su un mulo in un mondo pieno di auto.    
Non vi accorgete di fidarvi del sistema?    
    
STARS AND SATELLITES - STELLE E SATELLITI    
    
Potresti essere l'uomo della zona che si occupa della tenuta    
o potresti essere l'uomo sulla collina che la dipinge.    
Potresti essere la persona che in casa ama l'arte    
o quella nel bel completo che la finanzia.    
Nessuno sa chi sei davvero.    
La luna gira su se stessa.    
Il mondo gira intorno al sole    
e tu non conoscerai il tuo valore finché non sarà finita.    
Potrei cambiare la tua orbita o modificare il tuo stato,    
ma non ti farei partire finché non fosse saggio     
darti un moto e una rotazione come le stelle e i satelliti.    
Potresti essere l'uomo che prova la barca lontano dal molo    
o essere quello nel capanno che la costruisce.    
Potresti essere la persona nell'auto che si è comprata una barca    
o essere quella che arriva a soccorrerlo.    
Risponderai al suono del telefono?    
Seguirai la mappa che ti abbiamo inviato?    
Ti occuperai delle pillole e dei dollari    
e delle bugie che vanno e vengono?    
Raggiungerai il cielo, pensando di poter volare?    
Inciamperai e perderai la grazia di Dio?    
Studierai lo schema di quelle linee invisibili,    
finché non sarà il momento di occupare il tuo posto,    
come fanno stelle e satelliti?    
"Come ho fatto a cadere?"    
    
ON THE EDGE - SULLA VETTA    
    
Sono sulla vetta e guardo giù nell'abisso.    
No, non mi arrenderò!    
Non mi lascerò andare alle vertigini!    
Ci sono troppo dentro?    
Ho smarrito la strada e i colori ingrigiscono.    
Una mano si tende in un silenzio muto e pieno di paura.    
(Ma tu sai) che un amico si riconosce nel momento del bisogno.    
Lascia perdere l'orgoglio cieco!    
Puoi lasciarti tutto alle spalle e riattivare la tua volontà.    
La scelta è tua!    
Sarò sempre grato agli angeli che hanno attutito la mia caduta.    
(Afferratemi quando cadrò!)    
E' un ritorno alle fiamme,    
nell'oscurità che ha incendiato ogni cosa.    
Perché dovrei soffrire per una vita che non era reale?    
Il dolore che ha portato al fallimento     
faceva semplicemente parte della situazione.    
I miei progetti mai finiti non sono nemmeno mai iniziati    
e adesso mi ritrovo nell'immobilità di un uomo affranto.    
(Ma tu sai) che un amico, soprattutto lui,     
arriverà ad abbandonare le vuote speranze e i sogni    
e si dirigerà verso la luce.    
Non aver paura!    
Una nuova alba spunterà e la pace verrà raggiunta.    
Ma sii prudente di fronte a queste apparenze!    
L'uomo appagato non è saggio.    
Le ombre potrebbero tornare a riprenderti.    
Ricorda la sofferenza che ha infangato la tua reputazione    
e ti ha lasciato miserabile nel buio!    
E' tempo di rivelare me stesso.    
    
THE SHIRE (PART 2) - LA CONTEA (PARTE 2)    
    
C'era una volta un uomo dalle molte risorse,    
ereditate dai sogni di qualcun altro.    
Egli disse: "Un giorno arerò e seminerò i miei semi.    
Se soltanto imparassi a domare le erbacce!    
Ogni volta che arriverò alla fine,    
dovrò cambiare direzione e ricominciare da capo.    
Loro continuano a spuntare    
e io non ce la faccio più.    
Dimmi che senso ha tutto questo,    
perché non posso attendere ancora!    
Il mio cuore non batterà più forte di così    
e io non sono tagliato per questa vita".    
Così uscì e comprò nuovi strumenti    
e sostanze chimiche per trattare le erbacce,    
ma ancora una volta le radici si moltiplicarono e crebbero    
e soffocarono i semi che aveva piantato.    
E sotto il sole al tramonto egli capì:    
tutto quello che percepiamo è la fatica che ci aspetta    
e non c'è modo di superarlo.    
Vivere e amare. Sorridere e sperare.     
Seminare e crescere.    
"Non sono tagliato per questa vita".    
    
SNOWBLIND - ACCECATO DALLA NEVE    
    
Riflette e nasconde. Deflette, ma non mostra.    
Un giorno non ricorderai più che cosa è reale.    
Sono a un solo passo dal pentirmi,    
ma anche a un solo altro scossone dalla fine.    
E il vento soffia.    
Riflette e nasconde. Deflette, ma non mostra.    
Hai venduto l'anima per stringere un nuovo patto.    
Chi ha detto che è sempre buio prima dell'alba?    
Cerchi il sole, ma sei accecato dalla tempesta.    
E il vento soffia.    
A volte capisci quando è abbastanza.    
A volte la lotta si fa troppo cruenta.    
Ci sono momenti in cui smarrisci l'amore    
e viene il tempo di decidere.    
Non è impossible. Non è improbabile.    
Prima o poi ti perderai in una tempesta.    
Mi arrenderò! Non reggerò e mi darò per vinto.    
A breve mi troverò sei piedi sotto terra.    
Getterò ogni sogno al vento,    
perché non ho più nessuna direzione da prendere.    
Lo so. E' soltanto il sole invernale,    
ma non so dove andare per ripararmi dalla neve.    
A volte capisci quando la puntata è stata troppo alta.    
A volte capisci che non hai le carte buone.    
Questi sono i momenti che definiscono chi sei davvero    
e viene il tempo di decidere.    
Mi hai visto e mi hai cercato.    
Mi hai insegnato che c'è di più da vivere della sofferenza.    
Mi hai incoraggiato a guardare oltre l'orizzonte.    
Ti ho amato. Mi sono fidato di te.    
Ti ho osservato con ammirazione e ti ho raccontato tutto.    
La mia vita era un sogno    
e nulla sembrava disperato com'era prima.    
Se vuoi conoscere qualcuno, scopri cosa vuole!    
Mi hai usato. Mi hai sedotto.    
Mi hai mandato in confusione e riempito di dubbi.    
Ogni istante è diventato un presagio.    
Sentivo, ma senza capire.    
Mi hai amato e mi hai distrutto.    
Mi hai corrotto,    
finché tutti i solchi sono diventati più profondi e più ampi.    
Più oscuri di prima.    
Se vuoi perdere qualcuno, digli cosa hai ottenuto!    
Non so più dove andare.    
    
SUBLIMINAL FREEWAYS - SUPERSTRADE SUBLIMINALI    
    
Ho lasciato un biglietto sul comodino accanto al letto,    
ma tutto quello che ho scritto è una storiella incasinata.    
Disagi. Analogie. Tutto tranne scuse.    
Sono colui che ha ordito il mio stesso tradimento.    
Ho trovato un luogo dove potermi schiarire le idee.    
Finalmente posso stare un po' solo,    
ma non provo alcun entusiasmo.    
Non c'è nulla nel mio cuore    
e non c'è luce nella mia solitudine.    
Ho chiuso gli occhi per godermi la libertà.    
Ho cercato le mie bugie perché da tempo desideravo vederle.    
Sinceramente l'ipocrisia vi era intrecciata in modo assurdo.    
Il rispetto per se stessi è la morte della ragione.    
Ho trovato un luogo dove poter ascoltare i miei pensieri.    
Finalmente posso stare un po' solo,    
ma non provo alcun entusiasmo.    
    
STATE OF INDEPENDENCE - STATO D'INDIPENDENZA    
    
Mi chiedo se non abbiamo raggiunto il punto di non ritorno.    
Restano soltanto miglia di strade vuote da bruciare.    
L'hai desiderato e l'hai assecondato.    
Hai dilapidato tutto    
e non hai mostrato nessun turbamento.    
Mi chiedo se siamo destinati a non durare.    
Sono rimaste troppe ferite dovute al passato.    
Era fatto per noi. Lo volevamo,    
ma i ricordi erano impressi sui nostri cuori    
ed ora è finita.    
Te ne stai come un imputato, silenziosa e compìta,    
ma le tue bugie sono impenitenti    
come sirene nella notte.    
Ci poteva essere un modo, (ci doveva essere!),    
per vincere senza combattere    
ed evitare questo stato di indipendenza.    
Hai sempre voluto qualcosa di più che correre a destra e a sinistra,    
ma soltanto io non sono mai stato certo della stabilità?    
Mi sono divertito con te.    
Ti ho evitata e ti ho sfruttata finché me lo hai permesso,    
ma ora è finita.    
Non voglio mentire e mi terrò tutto dentro.    
O lotterò o dovrò ingoiarmi l'orgoglio.    
Non mi interessa essere nel giusto,    
quando tutto mi sembra così sbagliato.    
    
SUPERIOR MACHINE - MACCHINA MIGLIORE    
    
Stavo pensando che ancora mi stupisco    
di quanto sono stato cieco.    
Ancora getti fango nella mia mente.    
Ancora faccio fatica a dormire di notte.    
Ma come osi? Vai avanti!    
Perduto è l'amore che riempiva i nostri giorni.    
Smarrita è la fiducia nelle tue parole.    
Perso è tutto il denaro che ti sei presa.    
Ti sembra giusto? Vai avanti!    
Ho smesso di sprecare il mio tempo!    
Credo che se non mi vendicherò di te,    
ti succederà in qualche altra occasione.    
Credo che se cercherai di intrappolarmi,    
cadrai tu stessa in quel buco.    
Il mio cuore è come un motore fuso,    
ma il mio sangue scorre pulito    
grazie alla benzina della convinzione e del fallimento.    
Riparerò questa vecchia macchina.    
Stavo pensando che le mie scarpe    
hanno percorso migliaia di strade    
e che le mie spalle hanno sorretto migliaia di pesi.    
I miei occhi aspettano soltanto il momento di chiudersi.    
E' tutto ciò che posso sopportare. Vai avanti!    
E' troppo tardi per ricominciare.    
Ci siamo troppo vicini per evitare la fine.    
E' troppo da sperare che tu chieda di essere perdonata?    
Ma come osi? Vai avanti!    
Ho smesso di sprecare il mio tempo!    
Sono una macchina migliore.    
Credo nei percorsi meno battuti.    
Credo che tutto alla fine andrà bene.    
Credo che quando la verità sarà chiara,    
tutto potrà essere compreso.    
Parlerò con la voce degli angeli    
e la mia vita sarà quello che ho sempre sognato.    
Grazie alla benzina della convinzione e del fallimento,    
riparerò questa vecchia macchina.    
    
THE SHIRE (PART 3) - LA CONTEA (PARTE 3)    
    
Prenditi un po' di tempo    
e comincia a cancellare tutte le bugie!    
Prenditi un po' di tempo    
e comincia a cancellare tutti i solchi!    
    
LOST IN TRANSLATION - PERSO LUNGO IL PROCESSO    
    
Egli perse la fede in un piovoso Lunedì,    
quando la tempesta si concentrò davanti alla sua porta.    
Impiegò un mese di Domeniche     
per recuperare quello che aveva in precedenza.    
Era abbattuto. Si sentiva al tappeto.    
Non era più sicuro del senso della propria vita.    
Tutte le sue speranze erano ridotte allo zero.    
Il suo futuro era incerto.    
La strada alla sua sinistra era buia e poco rassicurante.    
La strada alla sua destra portava a una collina senza fine.    
La strada al centro ancora lo spaventava un po',    
ma non aveva alcuna possibilità di poter stare fermo.    
Gridò verso il Cielo:    
"Questo non era il mio piano!    
Deve esserci stato un errore.    
Deve esserci stato davvero un grosso errore!"    
Lottare ogni secondo era inutile, ma nobile.    
In che modo avrebbe scoperto la sua indole?    
In che modo avrebbe capito che non poteva fuggire?    
La brezza fredda di un piovoso Lunedì gli soffiava addosso,    
mentre si teneva la testa tra le mani.    
Non si era mai sentito così a pezzi e insignificante    
e sopraffatto dalle pressioni della vita.    
Nessuna speranza. Nessuna prospettiva.    
Era tornato al punto di partenza.    
Avrebbe potuto giurare che il cielo stesse per crollargli addosso.    
Non poteva riuscire a gestirla.    
Il primo passo fu buio e poco rassicurante.    
Il secondo fu ancora più difficile.    
Sapeva di stare rallentando, ma proseguì,    
perché il sapore della sconfitta è proprio della pastiglia più amara.    
E il vento continuava a soffiare.    
Era perso lungo il processo dalla contea alla città    
e fino alla nazione.    
E' una soddisfazione per la vecchiaia    
che il tempo ricompensi chi porta pazienza.    
Ora è venuto il momento di dimenticare la tua gloria lontana.    
Ora è venuto il momento di scrivere un'altra storia.    
Magari un pittore, una guida, un commesso o un artigiano.    
Uno scrittore, un re, una stella o un guerriero.    
Ora è venuto il momento di dimenticare la tua gloria lontana.    
Ora è venuto il momento di scrivere un'altra storia.    
E non importa dove andrai.    
Importa cosa imparerai.    
Importa il modo in cui crescerai durante il tragitto.    
Arrotonda per difetto e ricostruisci!    
Datti una ripulita!    
Posa una corona sul tuo capo e riempiti d'amore!    
E il vento continuava a soffiare.    
    
SWALLOWED - INGERITO    
    
Stanno vaporizzando il raccolto della fattoria oggi.    
Si può vederne la nube nell'aria.    
Dicono che aiuterà a scacciare i parassiti,    
ma non sono certo di sapere cosa significhi per me.    
Dicono che può essere ingerito     
e che farà bene.    
Dicono che può essere ingerito,    
ma non so davvero se dovrei farlo.    
Diffondono le loro parole nelle notizie di oggi.     
Si può vederne la nube sullo schermo.    
Dovremmo fare quello che fanno o che dicono?    
Perché in mezzo ci scorre un fiume.    
Dicono che può essere ingerito     
e che farà bene.    
Dicono che può essere ingerito,    
ma non so davvero se dovrei farlo.    
Hai risposto al suono del telefono    
e hai seguito la mappa che ti hanno inviato.    
Ti hanno preso ogni dollaro,    
proprio come le bugie che vanno e vengono.    
Ti hanno detto di smetterla di puntare al massimo,    
così sei inciampato e sei ricaduto al suolo.    
Non c'è fuga dalle mani di questo gruppo invisibile    
e nessuna possibilità di tornare a ciò per cui ne valeva la pena.    
Ti hanno parlato di cerchi e di cose incredibili    
e ti hanno raccontato che i maiali volano,    
ma non vogliono che alla loro carne crescano sentimenti o zampe.    
Preferiscono dirti addio.    
La fine, amico mio, è una curva impossibile    
che nessuno sa come prendere.    
Potrai anche essere incensato.    
Potrai anche riuscire a vendicarti,    
ma fai in modo di andartene da qui!    
Stanno chiudendo le porte della mia fattoria proprio oggi.    
    

 

Commenta il post