Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

The vision bleak - Carpathia, a dramatic poem

Pubblicato su 2 Marzo 2017 da Federico Fasciano

SECRECIES IN DARKNESS - SEGRETI NEL BUIO

(Una carrozza nera avanza di fretta
verso i monti della Carpazia.
L'unico passeggero è il protagonista di questo dramma).
Foreste ciclopiche e colline infestate.
Valli in cui il lupo è solito uccidere.
Spire di fumo che brillano nelle paludi
e vette ricoperte da cristalli di neve.
La nebbia che mulinella oltre la brughiera.
L'allocco che fa sentire il suo canto tra gli alberi.
Dagli stagni, vecchi rospi chiamano.
Ecco dove cala il nostro sipario!
Otto zoccoli battono il ritmo nella mezzanotte.
La carrozza avanza sui rami e sulle pietre,
in alto verso il passo di montagna,
sempre più immersa nella natura selvaggia.
Frantuma i sassi e spezza gli arbusti sotto le ruote di legno
e la luce della luna penetra tra gli abeti e le conifere,
dipingendo la notte in modo illusorio.
I segreti si annidano nel buio.
Una stregoneria è stata gettata sulla notte.
Con mano spietata e occhi oscuri,
il cocchiere guida le sue bestie
che sbuffano e annusano,
ma si affrettano a lasciarsi alle spalle quel luogo spettrale.
Ancora sei ore, prima che i corvi volino verso le terre familiari.
Ancora sei ore, prima che il sole sorga e il mattino albeggi.
Dormi, mio caro!
Non ti curare delle indolenti storie a proposito della maledizione
e del sangue malvagio che scorre nelle tue vene!
Continua a dormire in carrozza,
tormentato da sogni febbricitanti!
Viaggiatore che fa ritorno a casa,
procediamo verso i primi bagliori del sole!

CARPATHIA - CARPAZIA

(La carrozza alla fine arriva a destinazione.
Il nostro protagonista parla con un villico della regione).
Dalle valli più profonde alle vette di montagna più alte,
che il sole carezza con delicatezza.
Carpazia! Per te tutti gli onori!
La tua bellezza non ha paragoni.
Quando il morbido e bianco sudario della brina
si stende sui verdi campi, ti spetta la lode.
Ma conserviamo la poesia per una notte mai vista!
Per quando il sole tramonterà sulla Carpazia!
Per quando i vermi mangeranno e brulicheranno nelle tombe
e strisceranno su dagli abissi e dalle grotte!
Per quando la luna si leverà sulla Carpazia!
Allora le creature emergeranno dalle tane
e i fantasmi saliranno dai sottoscala.
Perché non c'è una bellezza tale nella luce del mattino,
né nelle ultime ore del giorno,
come quando l'oscurità scende tra i pini della foresta
e i lupi escono in cerca di prede.
Dovreste sentire la canzone sommessa
che gli uccelli della notte dedicano alla luna
e il glorioso ululare del vento
nei luoghi desolati e abbandonati.

DREAMS IN THE WITCH HOUSE - SOGNI NELLA CASA STREGATA

(Nonostante tutti gli avvertimenti,
la prima notte nella presunta casa infestata è imminente).
Così queste sono le mura entro cui si nasconde il mio destino!
La notte, non appena scenderà,
recherà con sé un'oscurità carica d'orrore.
Troverò riposo qui finché la morte non farà il suo corso?
Lontano, con queste storie di terrore che mi strappano il sonno?
Il vino e la luce fioca mi inducono alla sonnolenza.
Il prossimo mattino proverà che tutti si sbagliano.
Che i loro antichi scricchiolii e i foschi racconti sono solo fantasie.
L'infestazione è qui?
"La notte ti apparirà senza la grazia della sua atmosfera".
Non a lungo potrò sopportare la molestia della luce diurna.
Custodirò i sacri bagliori prodotti dalla luna e dalle stelle.
Il bene è male. Ciò che è sbagliato è giusto
e il tuo orrore sarà il mio diletto.
Non troverò alcun riposo, finché questo sogno
nella mia mente miserabile porterà il buio alla luce.
Perché la sofferenza e il lutto sembrano essere nel mio destino.
Nessun pensiero di liberazione.
Nessuna scintilla di speranza degli sconsolati
ho mai trovato dentro di me.

SISTER NAJADE (THE TARN BY THE FIRS) - SORELLA NINFA (IL LAGHETTO PRESSO LE CONIFERE)

(Nello sforzo della liberazione e di porre fine al sogno malefico,
il nostro protagonista si riposa presso un laghetto vicino alla casa.
La notte non è ancora terminata
e, che appartenga al sogno oppure no,
una creatura macabra fa la sua apparizione).
Verità! Le tue strade dove mi porteranno?
Che cosa è un sogno confortante e cos'è la feroce realtà?
In questi giorni di lotta
mi sono dedicato alla ricerca per fare chiarezza,
ma finora ho trovato soltanto un abisso di sconfinata agonia.
(Appare la ninfa).
"Nel profondo delle acque ho atteso l'eternità.
Chiamami sorella! Sorella ninfa!"
Radiosa luce della verità, che cosa mi hai inviato?
Quel sogno confortevole ha lasciato il passo alla feroce realtà!
Non riuscirò più a fare chiarezza
ora che l'ho vista nella più solare blasfemia.
Nel profondo delle acque ha atteso l'eternità.
La chiamo sorella. Sorella ninfa.

THE CURSE OF ARABIA - LA MALEDIZIONE ARABA

(Il mattino seguente.
Confuso per l'accaduto della notte passata,
cerca consiglio nella vicina chiesa.
Il prete gli rivela la sua vera natura).
Mille e una lune fa, in un tempo oscuro e antico,
l'uomo pregava déi pagani e viveva di tradizioni segrete.
Uno dei tuoi antenati,
il cui sangue scorre nelle tue vene, viaggiò ovunque.
Si pensava che fosse pazzo.
In una notte fatidica, quando la luna era appesa alle nubi,
egli attraversò il fiume Nilo e sancì il nostro terribile destino.
Negli strani regni d'Arabia cadde ai piedi di gemme e oro
e a causa della sua avidità, maledisse tutti noi con un'antico sortilegio.
Quei templi erano stati eretti da migliaia di mani
e il male aveva tratto l'oro dalle sabbie del deserto.
Gemme sull'oro. Pietre sulle ossa.
Tutti pregavano il grande Kutulu!
Mille e una lune fa, in un tempo oscuro e antico,
l'uomo pregava déi pagani e viveva di tradizioni segrete.
Un immenso male venne evocato.
Una sola parola poteva descrivere Kutulu: sventura!
Colui che cavalcava i venti della notte.
Grandi ricchezze portò a coloro che lo servirono nei suoi intenti,
ma la morte e la rovina vennero gettati sul popolo che non lo aveva seguito.
Tutte le donne vennero corrotte e ingravidate col suo seme nero.
La sua cattiveria penetrò in loro e i figli di Kutulu furono maledetti.

KUTULU! - KUTULU!

(Il prete si dilunga nella dettagliata descrizione del rito sacrilego
che gettò il malvagio incantesimo sul nostro protagonista).
Un cielo senza luna. La notte era imminente.
Nessun rumore turbava la quiete.
Una singolare atmosfera mistica era scesa su ogni cosa,
come uno spirito che appariva abominevole e malato.
Improvvisamente un vento gelido prese a soffiare
e i coyote ululavano in lontananza.
Un tuono poderoso squassò la Terra.
Era il ruggito del grande Gnaa.
Si riuscivano a udire voci che sussurravano
e pronunciavano un'odiosa formula magica.
Gli uomini si riunirono intorno a un monolite segreto
ed evocarono il peggiore degli inferni.
Le fredde lame luccicavano nella tenebra
e l'alta profetessa cominciò il rito sacrilego.
Ia! Ia! Ktulu Fthaghn!
Ia! R'Lyeh! Ktulu Fthaghn!
Il sangue venne versato sulla pietra che si librava nell'aria
e il suolo vomitava quelli che sembravano essere serpenti,
ma solo Dio sa cosa fossero.
Le fredde lame luccicavano nella tenebra
e tutto il deserto pareva essersi unito alla blasfemia.

THE CHARM IS DONE - L'INCANTESIMO E' COMPIUTO

(Solo e confuso, egli si ritira tra le ombre della casa).
Alfine eccomi qui, intrappolato tra le ombre!
La verità è prossima, ma ancora irrisolta.
Il mistero mi avvicina al folklore e all'arte delle ombre e della notte.
Nelle ore di terrore i sogni si disvelano
e le profezie che sono state annunciate
mi appaiono come un disegno irreale.
Ma il destino ha infranto i sigilli.
L'incantesimo è compiuto. Il sigillo è spezzato.
In ogni mia cellula il caos è stato risvegliato.
L'incantesimo è realizzato e la tenebra trionfa.
Niente potrà più riportarmi indietro.
L'incantesimo è compiuto!
Dimorerò nell'abisso, nella gloria e nella meraviglia.
In sfere in cui il mio cuore nero potrà meditare in eterno nell'oscurità.

 

Commenta il post