Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Dream theater - Systematic chaos

Pubblicato su 21 Ottobre 2015 da Federico Fasciano

IN THE PRESENCE OF ENEMIES (PART. I) - IN PRESENZA DI NEMICI (PARTE 1)

(I. PRELUDIO)
(II. RESURREZIONE)
Vidi una luce bianca splendere davanti a me
e camminando verso di essa, ero in attesa della fine.
Una visione definitiva che prometteva la salvezza.
La resurrezione per un uomo caduto.
Ancora stai aspettando il tuo Dio e il simbolo della tua fede?
Io posso liberarti da questo inferno e dalla disperazione.
Non vergognarti, figlio mio!
Posso darti un potere oltre ogni immaginazione.
Fidati di me e sarai l'eletto.
Ero stato dimenticato. Il mio corpo era umiliato e in frantumi.
La mia anima era stata rifiutata, sporca del suo sangue.
Oltre la redenzione, non vale la pena di salvare un peccatore.
Ero stato per sempre allontanato da coloro che amavo.
Dovrei ancora aspettare il mio Dio e il simbolo della mia fede?
Posso condurti lungo la via e riportarti alla vita.
Tutto ciò che ti chiedo è di adorarmi.
Posso aiutarti a trovare la vendetta e a salvarti.
Posso darti una vita eterna.
I servi del caduto lottano per crearsi una strada,
perché il richiamo del salvatore arriva in questo giorno corrotto.
Attraverso un velo di follia, con una lama crudele,
un uomo sorge e s'innanza sulla loro strada.
Redenzione!
Redenzione per l'umanità!

FORSAKEN - ABBANDONATO

Per un istante credetti di essermi addormentato.
Giacevo immobile dentro un sogno.
Poi mi sono alzato rapidamente
e ho percepito un soffio freddo su di me.
Lei mi stava dolcemente sussurrando nell'orecchio.
(Abbandonato).
Abbandonato! Sono venuto per te stanotte.
Svegliati! Guardami negli occhi e prendimi per mano!
Arrenditi a me!
Aspettai fiducioso che la notte calasse ancora
e cercai di mettere a tacere la paura dentro di me.
Dalla oscurità e dalla nebbia sentii un bacio pungente
e vidi un aculeo rosso tra le sue labbra.
Devo sapere il tuo nome!
Dove ho visto il tuo viso prima?
Mio caro, non temere!
Portami lontano!
Chiudi gli occhi e trattieni il respiro fino alla fine del mondo.
Abbandonato! Vola via con me stanotte!
Svegliati! Rinnova la mia vita! Ormai sei mio.
Arrenditi a me!

CONSTANT MOTION - MOVIMENTO COSTANTE

La visione di un tunnel ad una velocità accecante.
Cerco di controllare i pensieri che mi ossessionano.
Il vuoto dell'incertezza è ovunque nella mia anima.
L'illusione di mantenere il controllo è perduta.
Persiste la speranza di lasciarsi andare.
Un impulso impetuoso di desideri oscuri mi trascina nella notte.
Cerco di interromperlo, ma mi sbatte a terra.
Non importa cosa ho trovato. Non ne ho mai abbastanza.
Gesti inquieti di follia.
Un'empietà impulsiva che mi avvolge.
Desidero un'irraggiungibile serenità.
Una via d'uscita al mio controllo.
Viaggio attraverso il tempo e lo spazio,
(fuori dal corpo e dalla mente).
Fuori controllo.
La ruota è in costante movimento.
Gira. Gira. Gira.
(Non posso fermarla, né lasciare la presa).
Non posso impedire a questa fiamma di bruciare.
Proseguo nella notte rovente.
Mi concentro sulle possibili direzioni,
(senza poter vedere una luce nel buio).
Barcollo senza meta e cerco a destra e a sinistra.
(Il panico si attiva. Non posso oppormi più).
Quando finirà?
Aumento il passo. Sono fuori strada.
(Sono pronto a schiantarmi e bruciare. Non ho tempo da perdere).
Non penso di tornare indietro.
La situazione si aggrava. Sono agitato.
(Quando imparerò?)
Non c'è modo di uscirne. Non c'è un posto dove andare.
Desiderio ossessivo. Bruciore compulsivo.
E ancora non imparo.
Pensieri folli e casuali di un disordine meticoloso.
Terre desolate e distrutte mi circondano.
Ricordi sfilacciati di ciò che c'era un tempo.
Macerie apocalittiche della mente.
Finché ci incontreremo ancora.

THE DARK ETERNAL NIGHT - L'OSCURA NOTTE ETERNA

Nessuno ha il coraggio di parlare del terribile pericolo
e degli orrendi e antichi ammonimenti creati nel vuoto della notte.
Egli è sorto dall'oscurità e dal caos.
E' l'ultimo dei sinistri profeti.
Un disgustoso e mostruoso spettacolo.
Nel calore afoso, sotto una pallida luna verdastra,
sto bruciando assetato e cerco cose che ancora non vedo.
Salgo scalinate senza fine che conducono in una stanza soffocante,
ansioso di scoprirne i misteri scioccanti.
Vado alla deriva oltre il tempo, oltre un cielo inquieto,
attirato dalla luce suadente dell'oscura notte eterna.
Forze buie infuriano nel vortice e si combattono.
Onde di distruzione ingoiano gli echi dell'universo.
Io sono l'ultimo, nato dal sangue dei faraoni.
L'ultimo dio di una creazione marcescente,
inviato a diffondere questa maledizione.
Folle irrequiete si avvicinano.
Figure incappucciate senza nome appaiono
e tra rovine in frantumi si danno battaglia grottesche creature.
Adombrate su uno schermo, facce gialle e malvagie
sorridono malignamente.
Come monumenti vuoti, il mondo si è lasciato alle spalle i cadaveri.
Siamo intrappolati in un sogno infernale.
Mondi invisibili ruotano velocemente
e con terrore svaniscono nell'oscura notte eterna.

REPENTANCE - PENTIMENTO

(Ciao specchio! Sono contento di vederti, amico mio.
Ne è passato di tempo!)
Se osservo le pagine vuote davanti a me,
tutti gli anni rovinosi mi scorrono nella testa.
I percorsi della mia vita mi hanno rammollito e ferito
e hanno rivelato una vergogna dolorosa e un profondo lamento.
Un dolore opprimente mi assorbe,
quando la penna comincia a descrivere l'oscuro passato.
I segni che hanno riempito la mia vita avrebbero dovuto ammonirmi
su tutti gli errori commessi, per cui dovrei pentirmi.
Una volta pensavo che è meglio rammaricarsi di ciò che si è fatto,
piuttosto che non averlo fatto per niente.
Ma qualche volta ti sbagli e devi impararne la lezione.
Altre volte devi essere forte, anche se pensi che sia troppo tardi.
Se osservo le pagine completate davanti a me,
tutti i danni ora sono chiari ed evidenti.
Se penso al terrificante compito che mi aspetta,
provo una pozzo di paura al pensiero della mia ammenda.
Spero che questi passi mi aiutino a riabilitarmi
e che riesca ad affrontare il mio passato e a chiedere perdono.
Ripulisco i bordi sudici e mai spazzati di questa strada.
Sarà l'inizio della fine?
"Fino a quel momento non mi ero mai sentito
come se avessi sbagliato tutto.
Come se l'avessi delusa. Come se avessi deluso me stesso e i miei figli.
E' davvero difficile accettarlo".
"Voglio ringraziarti per avermi aiutato a vedere il mio egoismo
e voglio dirti che mi dispiace davvero per averti ferita".
"Mi dispiace! Non sono venuto a trovarti in ospedale, nonno,
quando eri sul letto di morte.
Mi dispiace, non sono venuto nemmeno al tuo funerale.
Non so se ero soltanto egoista o avevo paura di affrontarlo.
E' uno dei più grandi rimpianti della mia vita".
"Sono qui per confessarti che il mio modo di essere era sbagliato
e ti chiedo perdono".
"La sola cosa veramente imperdonabile mi tira giù dal letto.
Guarda oltre la mia spalla il maledetto clima inglese".
"Mi dispiace davvero di non aver più visto il mio amico Andy".
"Uno dei miei migliori amici, il padrino di mia figlia,
mi chiese di cantare o suonare qualcosa al suo matrimonio
e io rifiutai, perché ero troppo impegnato o forse,
troppo cagasotto per farlo.
Mi dispiace che sia andata così, perché era veramente un mio amico".
"Vorrei chiedere scusa a tutti quelli che ho turbato
o offeso con le mie parole.
Erano solo opinioni, ma sfortunatamente
ho la tendenza a trasformarle in fatti.
Che razza d'arrogante, non è vero?"
"Penso che il tradimento mi perseguiti ancora".
"Mi dispiace per quello che ho fatto. Ero una persona diversa.
Lo ero davvero e mi scuso.
Vorrei che non fosse accaduto, ma così è stato.
Mi dispiace! Mi perdonerete?"
"Penso che mi rattristi semplicemente essere me e non te.
Spessissimo ho desiderato averti con me perché mi mostrassi la via".
"Se siamo giudiziosi, in questa fase del nostro sviluppo,
resteremo sorpresi persino prima della metà del percorso.
Conosceremo una nuova libertà e una nuova gioia.
Non rimpiangeremo più il passato
e non dovremo chiudere su di esso una porta.
Capiremo la parola serenità e conosceremo la pace.
Non importa quanti gradini avremo dovuto scendere.
Capiremo quanto la nostra esperienza avrà portato beneficio agli altri.
Quelle sensazioni di inutilità e autocommiserazione svaniranno.
Perderemo interesse nei nostri egoismi e ne acquisiremo per il prossimo.
L'egoismo scomparirà.
Le nostre abitudini e le nostre prospettive sulla vita cambieranno.
Il timore verso la gente e verso l'insicurezza economica ci lascerà in pace.
Capiremo intuitivamente come gestire le situazioni
che di solito ci scombussolavano.
Improvvisamente capiremo che Dio può fare per noi
ciò che noi non sappiamo fare per noi stessi.
Sono promesse stravaganti? Non credo!
Si sono avverate per altri,
a volte rapidamente, a volte lentamente.
Saremo sempre coerenti rispetto ai nostri principi".
"Continuerai ad sentirti stanco finché avrai dei segreti.
La verità ti renderà libero!"
"La verità è verità e tutto ciò che devi fare è vivere con essa".

PROPHETS OF WAR - PROFETI DI GUERRA

Brucia dentro di me!
Dobbiamo incolpare noi stessi.
Non devi dubitare, ma accettarlo come verità.
Discutere di questo conflitto è una giusta causa,
ma i fatti non li supportano
nel liberare la gente e togliere il giogo della tirannia.
E' tempo per un cambiamento?
Siamo più vicini di prima?
Possiamo aiutarli a scappare?
O traiamo profitto dalla guerra?
E' tempo per un cambiamento!
(Incuriositi). Ha ottenuto la vostra attenzione.
(Ingannati). Fin dalla nascita.
(Il coraggio). Si combatte per cosa?
(Sottomessi). Possiamo rimediare a questo macello?
Il sacrificio di coloro che amiamo è una richiesta perversa.
Continuano con la solita retorica!
Miserabili che guadagnano o perdono profitto!
(E' tempo di cambiare! Combattiamo la paura!
Trovate la verità! E' tempo di cambiare!)
La sola cosa che credo ci potrà far dipanare la matassa è la fede.
Pregate che perdonino la nostra arroganza.
Potremo rimediare a ciò che è sbagliato.
Vediamo il vostro sudore.
E' imprevisto. Controverso.
Ormai ci siamo abituati,
ma la cosa è scesa sul personale.
La vostra compassione è uno spettacolo penoso.
Balbettate.
La vostra empatia non significa nulla se non c'è onore.
Dovreste essere responsabili, ma siete incapaci.
Compromettiamo. Accusiamo. Esacerbiamo.
Troppi sono messi al rogo!
I nostri padri e le nostre madri.
Le nostre sorelle e i nostri fratelli.
I nostri figli e le nostre figlie,
Tutti costretti a perpetuare i loro ideali.
E' un atto insensato per mantenere la rotta.
E' tempo per un cambiamento?
Una svolta rispetto a ciò che è stato?
Possiamo aiutarli a scappare?
La nostra pazienza sta per esaurirsi?

THE MINISTRY OF LOST SOULS - IL MINISTRO DELLE ANIME PERSE

Sulla riva delle acque lei sta aspettando.
Un'anima persa che sta vaga, destinata alla morte.
E' come paralizzata e non attraversa.
Sull'altra sponda lui sta aspettando.
Il suo spirito di protende, con l'intenzione di salvarla,
ma lei ha troppa paura anche di afferrare la sua mano.
Vivere in un mondo senza di te,
(affondando nel passato),
è come non essere in nessun mondo.
Adesso ti sto chiamando.
Ti ricordi di me?
Ti ho dato la vita e tu non l'hai accettata.
La tua sofferenza è stata del tutto inutile,
ma ora è quasi finita.
Non voltare le spalle al paradiso.
Lei ha paura. E' pronta a rinunciare a ogni cosa.
Non può più sopportare di sentirsi come
se metà di lei fosse morta.
Lui sceglierà l'unica strada che la libererà dal dolore:
prendere la sua anima.
La decisione è confermata.
Vivere in un mondo senza amore,
(un fardello per la mia anima),
è come vivere in un mondo inutile.
Adesso ti sto chiamando.
Ti ricordi di me? Eri così giovane.
Come faccio a spiegartelo?
Ti ricordi di me?
Sono quello che ti ha salvato la vita quella notte.
Quello che non ti avrebbe abbandonata
e nemmeno nella morte ti avrebbe lasciata indietro.
Ho usato la mia libertà per proteggerti
e ti ho guidata in ogni momento.
Ti ricordi di me questa volta?
Persino nella morte ti ho donato la vita.
Speravo di poter meritare un posto al tuo fianco.
La volta che ho allungato la mano, ho toccato la via verso il cielo.
E' quasi finita ora. Addio!
E' tempo di liberarsi da questa vita,
ma non voltare le spalle al paradiso.

IN THE PRESENCE OF ENEMIES (PART. II) - IN PRESENZA DI NEMICI (PARTE 2)

(III. ERETICO)
Benvenuto nel cerchio, pellegrino.
Ti stavamo aspettando.
Tutti si sono raccolti per il tuo arrivo.
Ogni credente.
Gli angeli sono caduti per te, eretico.
Cuore di demone, sanguina per noi!
Ti ho aspettato, stanco predicatore.
Eri atteso. Ora possiamo iniziare.
Che il sacro Giorno del Giudizio regni!
Conoscevo tuo padre e la tua sacra impresa.
Soldato e guerriero benedetto che mai riposerà.
Io ti conosco, ma tu conosci me?
(La mia anima è tua, Oscuro Padrone. Combatterò per te).
Oscuro Padrone che sei dentro di me,
combatterò per te.
Oscuro Padrone del peccato, la mia anima è tua.
Oscuro Padrone, mia guida, morirò per te.
Non posso vedere il suo volto,
ma riesco a sentirne il disprezzo.
Una presenza tra i morti, abbandonata dalla luce.
Quest'ombra lo consumerà dall'interno.
Il potere che percepisco e l'ira nei suoi occhi
sono solo il suo fantasma velato.
Il suo spirito imprigionato dentro.
Il suo corpo e la sua anima sono entrambi minacciosi,
poiché sono una cosa sola.
Oscuro Padrone, amen! Io ti appartengo.
(IV. IL MASSACRO DEGLI NNOCENTI)
No! L'affanno cercò di scovarli.
Sarebbero giunti da voi.
Combattete! Combattete, finché resisterete!
Uccidete! Versate il sangue dei ribelli!
Sono figli dell'inferno.
La carne dei morti. Non fermatevi,
finché non avrete più niente da uccidere.
Il peccato! Ci ha colto in un momento di debolezza.
Abbiamo commesso il più grande tra tutti.
E' stata venduta metà della mia anima
e per voi ormai è troppo tardi.
Giudicherò in base a quello che vedrò.
Giudicherò e sarò giusto.
Parlerò della bestia che c'è dentro ognuno di noi.
Non siete i benvenuti e il vostro tempo è giunto.
Signore! Tu sei il mio Dio e il mio pastore.
Non voglio altro.
Cammino attraverso l'abisso e le ombre della morte.
La paura? Non c'è nessun male di cui aver paura ora,
perché so che sei con me.
La mia coppa trabocca del sangue dei nemici.
Morirò nella casa del Signore. Amen!
La morte mi seguirà ogni giorno della mia vita.
I servi del caduto combatteranno per preparare la via
e il loro salvatore li chiama in questi giorni corrotti.
Attraverso un velo di follia, con una lama crudele,
un uomo sorgerà e s'innalzerà sulla loro strada.
E' il tempo della resa dei conti.
(V. LA RESA DEL CONTI)
(VI. SALVEZZA)
La mia anima cresce debolmente.
Lui lo sa e attende.
Mi sorveglia dai cancelli dell'inferno.
Dopo un'ora tenebrosa,
il momento di paura è passato.
Era l'occasione in cui poter perdere la fede.
Mi è promessa la salvezza.
L'anima è mia e io non combatterò per te,
Oscuro Padrone.

 

Commenta il post