Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Symphony X - The odyssey

Pubblicato su 21 Luglio 2015 da Federico Fasciano

INFERNO (UNLEASH THE FIRE) - INFERNO (SI SCATENA IL FUOCO)

Benvenuti nell'anarchia!
Entità enigmatica. Grande illusione.
Miseria che infetta tutti.
Le forze mi opprimono, Signori della mediocrità,
ma una volontà di ferro potrebbe infrangere la pace.
Alcuni sorgeranno. Altri periranno.
Oh sì! Attraversiamo i cieli tempestati dal fuoco!
Le crudeli menzogne che ci ipnotizzano colano da una lingua di drago.
La furia che ci sferza dalle ceneri non ci perderà mai di vista.
I malvagi verranno abbattuti.
I tiranni saranno sconfitti.
E' l'ultimo latrato dei cani dell'inferno.
Quando sorgeremo restiamo uniti!
Ci raduneremo nelle notti infinite e sotto la luce della luna,
maledetti dal dubbio e da falsi desideri.
Ci toglieremo le maschere e resteremo insieme.
Tutti insieme.
Quando le fiamme diventeranno nere,
vi guarderete dentro e scatenerete il fuoco.
Verrà il tempo in cui tutti capiranno che alla fine è solo un gioco.
Il tempo ci dirà quando tutte queste cose,
che ancora resistono, passeranno.

WICKED - MALIGNO

Viaggio da solo attraverso le montagne,
guidato da una stella che si spegne verso ovest.
Quando giungo alle antiche rovine di una chiesa,
mi fermo per riposare.
A quel punto la notte nera e cupa, che ha seguito i miei passi,
si abbatte su di me come un'onda.
I sussurri tra gli alberi e una brezza angosciante
trasportano una voce che m'invita a diventare suo schiavo.
Me lo chiede con un sussurro.
"Brucia per sempre!
Non lasciare mai il mio abbraccio e accogli la notte!"
Dalle ombre scure e inquiete sorge una donna di una bellezza incantevole.
Il suo sorriso diabolico. La sua pelle color della luna.
I suoi lunghi capelli neri che ondeggiano fino alle cosce.
Mentre si avvicina sento il male crescere più forte.
Sto danzando invaso dalla malvagità.
Sono inchiodato sul posto.
Mi bacia sul viso
e in una tempesta di passione m'inonda di peccato.
Nella pazzia, lei mi parla.
Poi fa alzare la nebbia e mi getta tra le ombre.
"Vieni con me! Amami in eterno! Sarai per sempre mio".
"Liberami! Balleremo eternamente nella morte. Per sempre e anche oltre".
Poi una luce, scagliata dai Cieli, si riversa su di me come un'onda.
Mi sveglio, come da un sogno assurdo,
soltanto per trovarmi in piedi di fronte alla sua tomba.
Nel mio incubo, mi diceva…

INCANTATIONS OF THE APPRENTICE - GLI INCANTESIMI DELL'APPRENDISTA

Attraverso i rami spettrali di un bosco antico,
dove si alza una nebbia pesante,
viaggio per nove lune durante l'anno verso una terra leggendaria.
Nel profondo di una sala di pietra, illuminata da lanterne
e sotto la polvere di sabbia che cade dal soffitto,
occhi magici leggono arcane pagine,
voltate da mani fatate.
Quando Lui parla, io osservo, pieno di meraviglia,
l'aura divina nei suoi occhi.
E' il Signore di ogni cosa.
La tenebra scende. Gli spiriti s'innalzano.
Il Signore delle tempeste oscura i cieli.
Con il respiro affannato rompo il sigillo.
Ululati rieccheggiano nella sala
e fiumi di sangue, che sgorgano dal cuore di un corvo nero,
evocano l'ira del destino.
Non riesco a sentire il richiamo del mio Padrone.
Laghi di fuoco ribollono e si ingrossano.
Stolti sono gli occhi che spiano le pagine del profeta,
mentre giungono i Baroni dell'inferno.
Quando sorgono, io osservo pieno di meraviglia,
l'aura divina nei suoi occhi.
E' il Signore di ogni cosa.

ACCOLADE (PART.II) - ONORE (PARTE II)

E' un una notte fredda e nebbiosa.
Un cerchio di torce illumina il suolo brullo,
dove suo padre è sepolto e riposa in pace.
Nel riflesso della spada egli vede il suo destino e giura al cielo:
"Non sei morto invano!"
Nei campi, con spada e scudo,
tra i gemiti degli uomini morenti,
la guerra è cominciata e la battaglia infurierà,
finché prevarranno i virtuosi.
Dalle ombre emerge un uomo che fa ritorno alle sue terre.
Il vento del cambiamento s'intreccia al dolce profumo di casa.
Tutt'intorno egli osserva il dolore e la disperazione.
Il regno del tiranno è finito.
"Resisterò e combatterò! E voi?"
Un cuore d'oro pompa sotto la sua pelle (rivestita) di metallo.
E' l'erede di una nobile discendenza.
"Vorrei restare per rimanere al vostro fianco.
Siete stati la mia forza. Come posso proseguire?"

KING OF TERRORS - IL RE DEL TERRORE

Mi sveglio. Non c'è il sole.
Sono rinchiuso tra pareti di metallo.
Il terrore è così reale da accecarmi.
In questo pozzo l'oscurità rancida mi ruba il respiro.
Al confine con la morte,
questo pozzo infernale non conosce il mio nome.
Scivolo verso il basso, inghiottito dalle tenebre.
Sono terrorizzato!
A sinistra e a destra vedo spiriti di dannati.
Ombre metalliche ascoltano il mio pianto disperato.
Odo grida di demoni, lontani e possenti.
Prego che questo sia il mio ultimo respiro.
Mi sveglio ancora una volta.
Sono paralizzato e incatenato a un altare,
pronto a essere sacrificato ai loro déi.
Pollice dopo pollice, scatto dopo scatto,
la lama scende perduta nel tempo.
I nemici del destino mi chiamano per nome.
"La vendetta dell'Inquisizione
è stata affrettata a causa della mia duplice fuga
e non ci sarà più nessun indugio da parte del re del terrore".
(Tratto da Edgar Allan Poe - Il pozzo e il pendolo)

THE TURNING - LA TRASFORMAZIONE

Sta in agguato nascosta.
La notte scende e alimenta la mia agitazione.
Sotto una luna fosca, un cambiamento mi avvolge.
Gli occhi illuminati dalla luce delle candele.
Il volto spaccato in due nello specchio.
La mia psiche frantumata dalle lame della mia alchimia.
Ancora presente a me stesso,
la maledizione della mezzanotte discende sulle mie mani tremanti.
Oh, salva la mia anima!
Perderò il controllo al rintocco della campana.
Selvaggio e furtivo, nel bagliore delle lanterne,
il mio respiro notturno è sospeso come un fantasma nell'aria della sera.
Questi effetti malsani sono un immondo effetto della mia invenzione.
 Abominio!
La follia non avrà più freni!

AWAKENINGS - RISVEGLI

E' inutile dirlo,
ma un altro giorno è trascorso
e tutto e niente è cambiato.
Sono sdraiato, sveglio e i miei pensieri si sono persi nel cielo.
E' inutile dirlo, ma non cambierà nulla.
Forse un mistico, con destini da raccontare,
si arrenderà di fronte alle mie monete gettate nel pozzo dei desideri.
Forse le stelle si allineeranno nella notte
per mostrarmi il giusto sentiero.
"Sarebbe stato. Avrebbe potuto essere".
E' così che ho sprecato il mio tempo,
mentre i colori della mia vita sbiadivano e diventavano grigi.
C'erano così tanti sentieri pieni di promesse!
Ma il dubbio avvelenava la mia mente.
Se soltanto avessi colto i segni, ma sono stato cieco.
Oh, devo ancora viaggiare a lungo.
Una visione ossessiva mi tormenta.
E' soffocante e mi ruba il sonno.
Vedo un vecchio uomo nello specchio,
insensibile e amareggiato, che restituisce il mio sguardo.
Eccomi, all'incrocio della vita!
Sono fermo e solo con me stesso ad osservare la strada.
Ascolta il mio grido! Rispondimi!
Continuerò a cercare, ma ancora la verità mi è ignota
e, sebbene la notte sia fredda, camminerò da solo lungo questa strada.

THE ODYSSEY - L'ODISSEA

(PARTE I - LA CANZONE DI ODISSEO)
(PARTE II - VIAGGIO VERSO ITACA)
In direzione di quelli che amo è iniziato il mio viaggio.
Quando i nostri occhi si incontreranno, tornerà la pace.
Il sapore delle tue labbra. Il calore delle tue carezze.
Ancora e per sempre saremo due anime unite.
Sembra passata un'eternità da che non ti vedo, casa mia!
Sogno sempre la mia casa.
Ho trascorso vent'anni lontano da tutto ciò che conoscevo
e tornare realizzerebbe il mio sogno.
Stagioni di dolore mi hanno rubato gli anni
e mi sono mancate le dolci colline di Itaca.
Ho attraversato battaglie e pianto un mare di lacrime,
ma la marea è cambiata e con essa le mie paure.
Osservo il mare e i venti di Giove.
Navigheremo guidati dalle stelle del cielo.
Il porto di Troia scompare alla vista.
Un freddo e tempestoso destino attende il nostro incontro.
Procediamo tra le onde furiose.
Fissiamo la rotta con la luna e il sole.
Avanziamo alla ricerca della gloria,
ma il viaggio è appena iniziato.
Procediamo!
Per nove giorni abbiamo sfidato la sua potenza.
Stiamo tornando a casa!
(PARTE III - L'OCCHIO)
Già sveglia all'alba, una terra morta appare davanti a noi.
Il vento del mattino ci ha fatto cambiare rotta.
Pazienza! Ma è una terra proibita a chiunque.
Approdiamo per cercare acqua e cibo.
Ancora non siamo giunti alla grotta del dolore,
sulla quale una storia antica racconta di una bestia.
Di migliaia di ricchezze nascoste sotto la pietra.
Di migliaia di incubi e di sangue umano che scorreva senza fine.
Una montagna nera, avvolta nelle ombre.
Un ringhio da far tremare le ossa. Un Occhio d'odio.
E' un destino terrificante essere tenuti prigionieri dall'Occhio.
Ma egli dovrà pur dormire quando verrà meno la luce del giorno
e noi acuiremo i sensi e intaglieremo le nostre punte.
Prenderemo la mira e nel silenzio colpiremo.
Migliaia di ricchezze nascoste sotto la pietra.
Migliaia di incubi e il sangue che scorre inarrestabile dall'Occhio.
(PARTE IV - CIRCE, FIGLIA DEL SOLE)
Siamo alla deriva in mare aperto.
Il dono del vento è trattenuto con indifferenza da Zeus.
Rompiamo le onde su una rotta inesatta,
attraverso un'infinita pianura blu, finché nuove coste si mostrano.
Ci facciamo una bevuta con quella donna.
Oltre i suoi occhi si percepisce follia e mistero.
Bevo ogni goccia dal mio calice d'oro e giada.
I miei sensi si offuscano. Sono come ipnotizzato.
"Resterete qui, come quelli prima di voi!
Vi condanno a non camminare mai più, ma a strisciare!
Vi farò mutare".
No! Sarà la mia forza di volontà a sconfiggerla!
Pronuncio i versi e annullo la maledizione.
Ora è lei ad essere ipnotizzata.
Sto ancora dormendo?
Dimmi figlia del sole!
C'è vendetta nell'aria e tutto deve restare incompiuto?
(PARTE V - LE SIRENE)
Avvertimenti disperati sono stati quelli della sacerdotessa bianca.
Le bugiarde portatrici d'amore, le sirene,
cantano canzoni dal cielo.
Le ali sbattono su un mare di menzogne.
Scaccio le loro visioni e l'Elisio inghiotte le mie grida.
Mi abbracciano.
Sono donne lussuriose che stimolano e manipolano i miei sensi.
Accoglierei volentieri questa tomba d'acqua!
Legato saldamente all'albero maestro,
la tragedia mi aspetta.
Ne sono vittima, tradito dal mare.
(PARTE VI - SCILLA E CARIDDI)
A) Il golfo del destino
B) Veleggiando verso casa
(PARTE VII - IL DESTINO DEI PRETENDENTI/IL CAMPIONE DI ITACA)
Eccoci a casa!
Sotto le sembianze di un mendico, Minerva guida i miei passi.
Ho trovato il mio regno in pericolo.
La vendetta! Ne sento l'odore dentro di me.
Spio coloro che hanno posato gli occhi sulla mia regina.
Li farò pagare per questo affronto! Vedranno!
Trionfante, come campione di Itaca, risistemerò ogni cosa
e lascerò che gli déi cantino le mie gesta.
Trionfante, il campione di Itaca, inizierà una nuova vita.
Il mio viaggio è arrivato alla fine.
Sarà una prova di grande valore infilare venti anelli
con un solo colpo di freccia.
Nessuno può riuscire a tendere l'arco.
Il mio velo di silenzio si solleverà e tutto sarà rivelato.
La vendetta brucerà nel mio cuore.
Abbatterò e truciderò tutti i miei avversari per reclamare il trono.
Sembra passata un'eternità da che non ti vedo,
ma sono a casa finalmente.
Ho trascorso vent'anni lontano da tutto ciò che conoscevo
e ora sono tornato per realizzare i miei sogni.

 

Commenta il post