Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Amorphis - Silent waters

Pubblicato su 30 Luglio 2015 da Federico Fasciano

WEAVING THE INCANTATION - CREARE L'INCANTESIMO

Una mente demoralizzata. Il sangue che ribolle di rabbia.
La tempesta della guerra canta nel mio cuore.
Le vostre suppliche sono inutili. Non mi toccano.
Vi lascerò piangere e avrete paura di me.
Sono pronto per la mia fine.
Mi pettino i capelli,
con la resina tra le trecce.
Sono pronto ad ascendere.
La mia volontà avvampa
e raccolgo forza dalla notte.
Sono equipaggiato e preparato al conflitto,
con il manto sulla schiena, antica pelle di vipera.
La vostra preghiera non arriverà al mio cuore.
La vostra disperazione non mi fermerà.
Questa spazzola preziosa, lanciata contro il muro,
è un dono di mio padre.
Vi farò questo come mio risarcimento,
perché ve lo meritate e possiate soffrirne.
Quando il sangue scorrerà tra le setole
e quando la linfa spillerà dal suo manico,
allora conoscerete la mia angoscia
e la mia distruzione sarà compiuta.

A SERVANT - UN SERVO

Ciò che era negato ai poveri
pensavo fossero le ricchezze.
Le ho cercate ovunque
e mi hanno fatto assumere il mio impegno.
Mi sarei immerso nella morte con gioia
e avrei reclamato la mia felicità.
Ero preparato ad affrontare la guerra,
fin sotto la terra nera.
So essere virtuoso se lo voglio.
Rivelerò il mio valore
e mi riprenderò
ciò che mi è stato negato.
Li ho braccati durante le loro celebrazioni.
Mi sono immerso tra le loro parole.
Ho puntato alle vette più alte
e ho deciso che ci sarei arrivato.
Non striscerò!
Sono già stato sottomesso e ossequioso,
servo ad ogni ora del giorno
e custode dei domini notturni.
Ciò che era negato ai poveri
pensavo fosse l'amore.
Lo cercherò per sempre
e mi farà riscuotere la mia ricompensa.

SILENT WATERS - ACQUE SILENZIOSE

La luce del giorno mi annuncia qual è stato il destino di mio figlio.
Il sole mostra la via, spietata e severa.
E' stato trascinato sotto acque impetuose, il mio ragazzo.
E' annegato nella corrente, figlio mio.
La mia forza non è sufficiente. L'energia mi abbandona.
Ho bisogno dell'aiuto del Cielo e chiedo la potenza del tuono.
Ti supplico Fulmine, forgia uno strumento di metallo,
un magico rastrello che possa tirar fuori mio figlio dal fiume.
Dio del fuoco, dammi la tua luce!
Creatore del sole, aiutami ora!
Il custode delle sponde dormirà nel tuo abbraccio.
Cullerà il popolo delle acque fredde
ed esilierà il serpente delle tenebre.
Lascia che scenda al fiume e salvi mio figlio.
Un rastrello di metallo riceverò dagli déi del cielo.
Lo spirito di giorni luminosi mi restituirà il sole.
Le gelide armate di Tuoni non possono sbarrarmi il cammino.
Non ostacolato, camminerò lungo il fiume di notte
per il mio ragazzo. Per mio figlio.

TOWARDS AND AGAINST - VERSO E CONTRO

Ho conosciuto il folklore antico,
lungo strade misteriose dove s'incontrano tali visioni.
Non ho paura, né timore
dell'odio e degli ostacoli di questo mondo.
Ho imparato dal viandante delle pietre proibite
e dal cantore con gli occhi ardenti e armato di metallo.
So come combattere e so come cantare.
So come inchinarmi e so come far male.
Non sono cresciuto ricco su strade noiose.
Non mi sono perduto in terre sconosciute.
Così grande è la conoscenza infusa in me.
Così grande è la conoscenza e così grandi sono le abilità.
So come combattere e so come cantare.
So qual è la via.
Se la rovina di cui si parla mi dovesse colpire,
di certo con me indugerebbe.
Ho sconfitto chiunque abbia trovato sul mio cammino
e ho affondato i serpenti della morte.
A causa del tradimento dovrò partire,
perché il sangue brucia la mia anima.
Ora innalzo questa spada fiammeggiante
verso l'oscurità e contro ognuno di voi.

I OF CRIMSON BLOOD - IO DAL SANGUE ROSSO

Ho sangue rosso nelle vene
e nessuno può fermarmi.
Specchio mio, il buio della notte
mi riflette sull'acqua.
I miei occhi sono in fiamme.
La mia anima è consumata dal dolore.
Le trecce si agitano nel vento.
Ho un'immagine nella mente.
Ora devo andarmene di fretta!
Io che sono stanco della vita quieta.
Io, il cui sentiero porta alla guerra.
Io che non temo la morte.
Voglio di più! Voglio innalzarmi!
Voglio tutto! Voglio te!
Voglio la mia ascesa!

HER ALONE - LEI SOLA

Solo una donna può farmi compiere le mie buone azioni.
Solo una e la sua ombra.
Solo una donna può farmi compiere le mie cattive azioni.
Solo una e la sua ombra.
A lei sola presto ascolto.
A lei sola obbedisco.
Lei sola voglio servire.
Lei sola sfiderò.
Solo una donna mi ripagherà delle mie battaglie.
Solo una e la sua ombra.
Solo una donna può farmi affrontare tutti i miei compiti.
Solo una e la sua ombra.
La mia comprensione dipende dai suoi consigli.
Lo sbocciare del mio sapere dipende dai suoi suggerimenti.
Esaudirò i miei desideri nella rivolta.

ENIGMA - ENIGMA

Sul suo sentiero crescevano pietre.
Era fuori strada.
Avrebbe dovuto affrontare forze arcane
e una magia sconosciuta.
Quando chiese, nessuno gli rispose,
ma lui non cedette.
Quello che chiese non gli fu dato.
Era l'immagine dei suoi sogni.
Tra vorticose masse d'acqua
e montagne immense,
egli espresse il suo desiderio
di reclamare ciò che gli spettava.
Un'ombra si mosse nello specchio di Louhi,
la più bella fanciulla tra tutte.
La sua mente inquieta la trovò di suo gusto,
ma la regina voleva qualcosa di più.
Louhi parlò con toni enigmatici di tre imprese che andavano compiute:
trovare, catturare l'alce del diavolo e portarlo a lei.
Cercare lo stallone nato dal fuoco, imbrigliare il destriero fiammeggiante.
Egli catturò e legò l'alce e domò il cavallo dorato.
Ancora rimaneva l'ultima prova:
dare la caccia all'uccello del fiume della morte.

SHAMAN - SCIAMANO

La madre piangeva per suo figlio.
Piangeva e cantava.
Rifletteva ansiosamente sul destino,
proprio e di lui.
Un raggio di sole le attraversò gli occhi.
Brillò nelle stanze della sua mente,
cambiando l'umore della donna
e il dolore abbandonò il suo viso.
Da uno sciamano a uno sciamano.
Dal camino volò fuori una strega.
Lo sciamano fluttuava nei cieli.
Sotto di lei scorrevano boschi e laghi,
finché vide i cancelli delle terre del nord.
Sono venuta per mio figlio! Dov'è mio figlio?
Non accetterò bugie, falsità o inganni
o vi manderò piaghe innumerevoli!
Distruzione sui vostri cavalli.
Devastazione dei vostri tesori
e ucciderò le vostre figlie più belle.
La regina del nord le indicò la via,
la strada verso il fiume Nero,
impossibile da percorrere e senza uscita.
Una via senza ritorno.

THE WHITE SWAN - IL CIGNO BIANCO

Mi sono messo in viaggio su una lunga strada,
per cercare risposte alla morte.
Mi sono messo in viaggio lungo una corrente nera e sacra,
per cercare e colpire a morte un cigno bianco.
Su un sentiero desolato e pietroso,
dalla montagna verso valle,
ho raggiunto le rive e l'ho visto entrare
nel mio campo visivo. Il cigno.
Ho preso una freccia e alzato l'arco,
puntando giusto sotto il collo aggraziato.
Nel biancore del suo petto,
verso il rosso del suo cuore.
La superficie del fiume era calma e scura.
Rifletteva il cielo e la pallida luna.
Poi colsi un bagliore
e mi sentii andare in pezzi. La visione era luttuosa.
Una freccia schizzò dalle acque.
Un serpente devastò la mia mente,
giù, fin nel fiume nero della morte,
con un fendente sul mio cuore.
L'ultima cosa che vidi fu il cigno bianco.
Un cigno bianco su un cielo senza stelle.
Sotto il cielo un fiume nero come il carbone
rifletteva una luna bianca come un osso.

BLACK RIVER - IL FIUME NERO

Sono ancora alla ricerca di una via. Del giusto modo di essere.
Ancora rifletto su ciò che ho fatto.
Ancora penso a quanto ho detto e cerco di attirarlo in superficie.
E tutto ciò che so non è ancora sufficiente.
Sono stato trattenuto da un'ombra
che ha tormentato la mia anima.
Il collo curvo di un cigno.
Il lento ruotare della testa di uccello.
Così bianche erano le sue piume e le sue penne.
Il suo petto era come la luna sull'acqua.
Si muoveva silenzioso e calmo
sul fiume, nella quiete.
Sono tornato su strade più familiari
e ho visto le mie impronte lasciate sulla collina.
Ho visto tagli e ferite sulle mie azioni,
che mi hanno fatto meditare sulla vita.
Sopra la collina e la montagna
guardo in alto, poi in basso.
Laggiù scorre il fiume della morte,
mentre qui il vento mi soffia tra i capelli.

 

Commenta il post