Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Threshold - Dead reckoning

Pubblicato su 13 Giugno 2015 da Federico Fasciano

SLIPSTREAM - SCIA

Vai alla deriva?
Non c'è nessun posto dove andare?
Il supporto vitale è spento
e il sistema è inattivo.
Stai viaggiando sul tuo mezzo secondario,
in attesa che scatti l'allarme.
(La pensi davvero così?)
E' una linea piatta la tua mente ingannevole.
I sogni sono per gli audaci e tu non sei quel tipo di persona.
La delusione ha un suo rifugio lungo la strada.
Non sarebbe meglio restarsene là?
(La pensi davvero così?)
Ti senti al sicuro e al calduccio lì dentro.
L'idea ti sfiora soltanto
e le domande ti affollano la mente.
Sei intrappolato in una scia?
Sei perduto nella nebbia?
Riesci a vedere attraverso il parabrezza?
Sei sicuro che sia prudente seguire i fanalini di coda di qualcun altro?
Ti senti ancora perduto quando ti investe la luce del giorno?
Quando riconosci il mondo che hai attraversato?
Stai ascoltando con la testa sotto la sabbia
e rendi incomprensibili le parole che non vuoi ascoltare.
Fino a che la canzone non si ferma.
Ma è sicuro uscire?
Nessuno ne parla. (Davvero pensi questo?)
Ora è troppo tardi! Non c'è più un posto dove andare.
Il supporto vitale è spento
e il sistema è inattivo.
La spia del carburante ti avvisa che non tornerai più a casa.
Ora sei davvero solo. (Lo pensi davvero?)
Sei spaventato di rimanere chiuso dentro.
L'idea ti sfiora soltanto
e le domande ti affollano la mente.
Un centesimo per i sogni che pensavi di aver perso!
Un centesimo per i sogni che pensavi di poter rivedere!
Un centesimo per il prezzo che pensavi avessero!
Un centesimo per l'uomo che pensavi saresti stato!
Peccato per i momenti che hai conservato!
Peccato per le ricchezze che pensavi di aver ottenuto!
Peccato per il giorno in cui il tuo impero è crollato!
Peccato per il giorno in cui la tua vita è finita in una trappola!

THIS IS YOUR LIFE - QUESTA E' LA TUA VITA

Cinque miglia in alto
e tutto sembra piccolo.
Tutto è più piccolo da un'altezza di cinque miglia.
Guarda la tua porzione di terreno!
Non è affatto male!
Inspira! Espira! Non smettere di respirare!
Perché questa è la tua vita!
Questo è il tuo mondo!
Tutto ciò di cui ti sei fidato è piccolo ai tuoi occhi,
ma grande è il suo valore.
Puoi fare bene. Questa è la tua vita.
Cinque miglia in alto.
Non vuoi lasciare il cielo.
Tutto è così nitido da un'altezza di cinque miglia.
Se la limpidezza dovesse perdersi, cerca di recuperarla!

ELUSIVE - SFUGGENTE

Scala quel muro e lasciati tutto alle spalle!
So che hai radunato parecchie cose sul tavolo
e so che sei pronto a partire,
ma ti nascondi nella tua culla
e cerchi di gettare via tutto.
Salpi dove relitti di legno vanno alla deriva.
Cadi dal cielo come fanno le pietre.
Sei una linea vitale, non una zona morta.
Sei le fondamenta, non una lapide.
Molte cose le devi lasciare andare.
Molte cose le devi ancora cominciare.
So che le persone di cui ti occupi sono soddisfatte delle tue attenzioni.
So che meriterebbero un cenno che le faccia separare.
Qualche volta la strada si fa difficile.
Forse è sfuggente, (è così difficile trovare la tua strada),
ma tu sai qual è la verità. (La percepisci ogni giorno).
Forse è invadente, (sembra che non se ne andrà),
ma sai che lo devi fare. (Lascia andare il passato!)
Finché non sarà finita.
Mostra la tua conoscenza!
Mostra la tua meraviglia, che non riesci a mettere da parte!
Non esiste alcuna maledizione a cui sei soggiogato.
E' semplicemente finita. Tutto è concluso
e ora puoi soddisfare le tue necessità.
I serbatoi sono pieni. Le tue ali sono forti.
E' il momento di competere!
Puoi partecipare alla gara e puoi farcela!

HOLLOW - VUOTO

Non ho mai avuto una spiegazione per cui vedo il cielo vuoto.
Ho posto lo sguardo troppo in alto
per riuscire a trovare una via davanti a me?
Ho sognato di colpire le stelle.
Ho viaggiato troppo in là,
nel tentativo di scoprire dove sei.
Nulla mi dà garanzie.
Dentro. Fuori. Dappertutto.
Sto ancora cercando delle giustificazioni.
Vengo messo da parte. Ho gli occhi chiusi.
Eccomi qui!
Ora le parole sembrano vuote,
ma non voglio abbandonarti,
perché il mondo ci abbraccia e tutto è luminoso.
Resterò pieno di insicurezze,
finché mi aprirai la porta e mi lascerai entrare.
Quando i segnali verranno spazzati via
e le tracce cominceranno a cancellarsi,
troverò ancora una strada oppure mi perderò?
Ho visto le foglie diventare scure
e cadere a terra, come tutti i miei sogni.
Nulla mi dà più garanzie.
E' arrivato l'autunno.
Piove forte e lava via tutto.
Sono ancora qui. Fermo. Come ipnotizzato.
Sono qui. Purificato e con gli occhi chiusi.

PILOT IN THE SKY OF DREAMS - PILOTA IN UN CIELO DI SOGNI

Sono davvero dispiaciuto
e cammino attraverso la stanza.
Me la sono immaginata così tante volte
e non ho mai avuto paura,
ma quando mi sono spinto così lontano,
mi sono sempre sentito talmente piccolo.
La mia mente è piena di domande.
Di discorsi e di bugie,
ma ogni parola si scioglie quando ti guardo negli occhi
e non ho bisogno di questi ricordi.
Mi sento paralizzato
e ho esaurito le risorse vitali.
Sono come sotto un incantesimo.
Tu conosci a fondo il modo in cui il mio pensiero
danza freneticamente durante il viaggio.
Hai atteso a lungo che trovassi un luogo tutto mio,
come fossi un pilota nel cielo. Nel cielo dei sogni.
Mi puoi promettere il mondo
e qualsiasi cosa di cui abbia bisogno?
Mi puoi promettere un cielo libero
e privo di ostacoli, in cui possa volare e sentirmi al sicuro?
Chi potrà impedire al mio aereo di perdere la rotta?
Questo cielo sarà prezioso e andrà difeso?
Il mio sguardo s'incupirà prima della fine?
Riuscirò a rivedere le luci di atterraggio?
Mi puoi donare la velocità di volare come il vento?
Se ne sentissi il bisogno, puoi assicurarmi il calore del sole?
Le mie ali non fonderanno prima che il viaggio sia concluso?
Voglio andare alla deriva.
Lontano dal grigiore e senza controllo.
E' un giorno così bello per andare alla deriva.
Che ne è stato del blu del cielo?
Sicura che non volassi bendato?
Non mi sono accorto che l'aereo precipitava,
né che il tempo era finito
e ora che sono demoralizzato, tu alimenti la mia disaffezione.
Tutte le spie rosse lampeggiano.
La radio è morta e questo è un bel problema!
Riportami giù!
Ho perso la mia direzione e voglio scendere.
Riportami giù!
Ho perso la rotta uscendo dalla tempesta.
Ti avevo promesso un cielo in cui non avrebbe mai diluviato.
Forse hai solo ascoltato delle bugie.
Sei ancora alla radio, laggiù alla base?
Aspettavo una tua chiamata,
ma te ne sei andata senza lasciare traccia.

FIGHTING FOR BREATH - LOTTARE PER RESPIRARE

Ho visto il segnale.
Una fioca luce di stop più avanti.
Ho attraversato il confine,
perché ero intrappolato nel bel mezzo di una lunga strada deserta.
Le gomme erano bucate. I battistrada a terra.
C'era ancora molto da percorrere e mi ero perso.
Non mi fermare ora!
Sono da qualche parte vicino alla destinazione.
Non mi bloccare, perché non voglio riposarmi!
Come un pazzo sono uscito di strada.
Poi ho preso la lunga via del ritorno a tutta velocità.
Ora sono taciturno.
Ho sentito lo schianto e le fiamme.
Era il punto di non ritorno.
Dovrò lottare per sempre per respirare?
Muri alti e cavi.
Il ronzio delle luci nel tunnel che non si spengono mai.
La mia ombra svanisce e mi sono perso.
Protrei prendermela comoda, arrivando in ritardo,
ma so come vanno le cose
e sono intrappolato nel bel mezzo di una lunga strada deserta.
Non mi chiudere fuori!
Sono sicuro di conoscere la combinazione.
Sono come frammenti che si ricompongono.
Ma improvvisamente tu non ci sei più.
Brucio. Vado in pezzi. (Non voglio che accada).
Sono vicinissimo ad esaurire il tempo. (Non voglio che accada).
Prendo fuoco. Mi consumo. (Non voglio che accada).
Sono mezzo sveglio. Mezzo vivo.
Voglio soltanto essere me stesso.
Chiudo gli occhi e spengo le luci,
perché qualcuno ha sbarrato la strada.
Non posso più proseguire. Non so dove andare.
Stacco la mente e la notte è tutta mia.
La strada più lunga è la mia
e rimarrò qui finché la luce di stop non si spegnerà.

DISAPPEAR - SPARIRE

Accompagnami alla porta, anche se sono già stato qui!
Da sempre la mia coscienza è repressa.
Come potrei far parte del tuo mondo?
Tu mi colpisci ancor prima che mi riprenda.
A volte è sufficiente trovare le proprie impronte,
quando uno se ne va.
Apri la porta! Fammi uscire!
Non tornerò più.
Questo non è il mio futuro.
Osserva mentre sparisco!
Sin dal principio non hai fatto che strattonarmi.
Da sempre il mio giudizio è stato confuso.
Idee stupide hanno cominciato a fomentare le mie paure.
La prossima volta almeno saprò di essere sotto assedio.
Ma anche se lo so, è difficile lasciarti andare.
Ancora più difficile è ammettere che tu lo hai già fatto con me.
Lo hai fatto ancora.
Anche se ho pianto per lasciarti andare,
è dura dimenticare che tu lo hai già fatto con me.
Lo hai fatto ancora.
Accompagnami alla porta, anche se sono già stato qui!
Da sempre cedo di fronte alle tue bugie.
Come potrei far parte del tuo mondo?
E' il momento di andarmene, finché ancora ci riesco.

SAFE TO FLY - SICURO DI VOLARE

La libellula vola sotto la pioggia battente
e getta la sua ombra sui giorni sereni.
Insegue l'arcobaleno e corre dietro alla tempesta,
ignara che le sue ali andranno a brandelli.
Qualche volta penso che non sto andando da nessuna parte.
Che sono chiuso in un rifugio con le spalle al muro.
Poi ricordo come ci si sente a stare male.
Mi prenderò il mio tempo e non uscirò più,
finché non mi sentirò sicuro di volare.
Aspetterò che il cielo diventi limpido.
Resterò qui, finchè sarò certo di poter andare.
Non voglio rischiare di essere sballottato dalla corrente.
Me ne starò sotto le tue ali stavolta,
perché sento di avere una tempesta dentro.
Aspetterò finché non sarà sicuro volare.
Sono un aviatore che vola in un uragano.
Lassù, con la radio rotta,
inseguo un arcobaleno che farei meglio a dimenticare,
inconsapevole dei guai a cui sto andando incontro.
A volte penso di non aver mai imparato nulla.
Ogni volta che mi riprendo, di nuovo inciampo e cado.
Da quando ho scoperto lo scopo del mio viaggio
mi sono preparato a lottare e resisterò.

ONE DEGREE DOWN - UN GRADO SOTTO

Non ha senso ammettere che sono logorato dall'attesa.
Non ha senso fingere.
Sto spingendo contro il cancello.
Non c'è spinta in una promessa di cui conosco il motivo.
Basterebbe un errore.
Come posso esserne sicuro?
Cosa accadrebbe se crollassi?
Cosa succederebbe dopo?
Che cosa succederebbe se le mie fondamenta
fossero un pensiero fuori dal contesto?
Non c'è forza in un processo destinato a portarmi nel buio.
Devo seguire ciò che conosco.
Ciò che è scritto nel mio cuore.
Pensavo fosse tardi.
So che troverò la mia strada presto.
Un luogo soleggiato.
Perché da qualche parte durante il viaggio
recupererò la forza per andare avanti.
Che il buio se ne vada!
Si apra uno spiraglio nelle nubi,
perché ogni giorno d'attesa la temperatura scende di un grado!
Non mi vergogno ad ammettere di essere un po' spaventato.
Non ha senso fingere.
Lo so già prima di arrivarci.
Non c'è spinta in una promessa senza autorità.
Basterebbe un errore per perdermi in mare.
Sento che la mia tendenza è quella di dubitare della meta.
Ho esaurito tutta la pazienza. Ho aspettato alla base.
Non voglio dover bucare il cielo. Non tornerò.
Non voglio perdere la testa
e sono troppo lontano per tornare indietro.
Non riesco ad allontanare questa sensazione
che forse tutti i segnali siano sbagliati.
I miei sensi sono confusi
e vedo i miei sogni colpire il soffitto.
Non ho bisogno di riflettere sul perché hai impiegato così tanto tempo.
Non mi serve rifiutare la strada su cui sto camminando.
Non vedo il motivo di abbandonarsi ai ricordi,
quando non posso aggiustare le cose.
Mi serve soltanto qualche sosta,
ma alla fine arriverò.

 

Commenta il post