Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Testi Metal Tradotti

Testi tradotti in italiano dei nostri gruppi metal preferiti. In continuo aggiornamento...

Kamelot - Poetry for the poisoned

Pubblicato su 17 Maggio 2015 da Federico Fasciano

THE GREAT PANDEMONIUM - IL GRANDE PANDEMONIO            
            
Guerra! Guerra!            
Su una riva silenziosa ho parlato a Dio.            
Il sole è tramontato. Si raccoglie il grande pandemonio.            
Guerra!            
Uno in più scende dai torrenti di Babilonia.            
Uno in più scende in accordo con il mio destino.            
Un lungo viaggio attraverso il lago di Avalon.            
Un altro viaggio che posso creare.            
I miei occhi esaminano una sponda che è sempre stata là.            
Una linea rossa come il sangue attraverso la sonisfera.            
Non posso sapere da dove è venuto.            
So solo che è il grande pandemonio.            
Uno! Uno soltanto! Ancora uno!            
Un giorno in più vicino ai pozzi dell'inferno!            
Solo uno in più! Ieri era già troppo tardi!            
Un pensiero in più che ho dovuto smerciare.            
Un ultimo trucco a cui non si può ribattere.            
Guerra!            
Su una riva silenziosa ho affrontato la paura.            
Ho parlato a Dio, ma Egli non era là.            
Il sole è tramontato. La guerra è cominciata.            
Si raccoglie il grande pandemonio.            
Una luce rossa. Aumentate il ritmo!            
            
IF TOMORROW CAME - SE IL DOMANI FOSSE ARRIVATO            
            
Non sono sicuro che lei possa placare il tuo dolore.            
Te ne sei andato per un po'.            
Hai frantumato il tuo cuore e la tua anima.            
Hai provocato la tua rovina.            
Chiudi la bocca! Lei sta arrivando.            
Fa attenzione!            
Lei può fiutarti come i segugi dell'inferno.            
Può annusare la tua paura quando scappi.            
Eccola che arriva!            
Un paradiso vellutato simile a un oceano.            
Una strega del potere a tua disposizione.            
Dio fatto carne. Un alibi perfetto.            
L'hai vista camminare sopra foglie d'edera avvelenate.            
Nessuno sa il suo nome.            
Qualcosa deve averti aperto gli occhi,            
perché sembra che niente sia più come prima.            
Non sono sicuro di ciò che sai.            
I giorni sono lunghissimi in questa incertezza.            
Eccola che arriva!            
Un paradiso vellutato simile a un oceano.            
Una strega del potere con lo sguardo come un dio.            
Eccola che arriva, con i suoi buoni consigli!            
Hai voluto per te ogni singolo momento,            
ma ti sei rassegnato,            
sapendo che non c'era nessuno da incolpare.            
Tu puoi riuscirci!            
Giuro sulla mia vita che ci hai provato,            
come se il domani fosse arrivato.            
Alla ricerca, nella più profonda delle foreste,            
mimetizzato con la fede, tu l'hai vista            
e quello che hai visto e saputo            
ti suggerisce che lei ti ha protetto.            
            
DEAR EDITOR - CARO EDITORE            
            
Caro Editore, sono Zodiac!            
Sono tornato!            
Dite a Herb Caen che sono qui!            
Sono sempre stato qui.            
Quel porco di città, Toschi, è bravo,            
ma io sono più abile e migliore.            
Si stancherà e mi lascerà in pace.            
Sto aspettando che qualcuno faccia un bel film su di me.            
Chi farà il mio ruolo?            
Ho il controllo totale su tutto.            
Sinceramente vostro…            
            
THE ZODIAC - ZODIAC            
            
Lei è stata così carina con me.            
Ha cantato la sua canzoncina delle ombre            
e non ho saputo resistere.            
Il sangue era amaro. Continuava a cantare.            
Con la mano sulla Bibbia  giurereste che è la verità?            
(Tutta la verità e nient'altro che la verità?)            
Se solo lei avesse tenuto la bocca chiusa!            
Ricordi confusi di un rifiuto calmo e distaccato.            
L'attenta ironia del diavolo in pura perfezione.            
In puro inganno.            
Mi avete chiesto            
se era tutto ciò che potevo raccontarvi            
e se era tutto ciò che potevo ricordare.            
Sappiate che le ho rotto il collo.            
Aveva un viso orientale, pallido e distorto.            
Posso sembrarvi insensibile, ma non vogliamo tutti essere dio?            
E' tutto ciò che potete ricordare?            
Lo giurereste sulla vostra vita?            
Non conoscerete mai il mio nome senza riflettere.            
E' l'attenta ironia del diavolo in pura perfezione.            
In puro inganno.            
Al momento è tutto così bello!            
Scorre insieme alla rabbia, nella natura della bestia.            
            
HUNTER'S SEASON - STAGIONE DI CACCIA            
            
Ci vorrebbe qualcuno da proteggere e da cui farsi proteggere,            
quando si scatenerà quella particolare rabbia.            
Ci vorrebbe qualcuno da rispettare e da cui farsi rispettare,            
quando la privazione ti farà pagare il suo prezzo.            
Non c'è più nulla da difendere. E' finita!            
Perché siamo sempre stati soli            
e siamo nati in una stagione di caccia.            
Tutto ciò che ho sempre voluto era per te.            
Che morissi tra le braccia di qualcuno.            
Qualcuno da poter ricordare steso a terra,            
quando la gloria improvvisa fosse svanita.            
Tua madre ti invierà un segno.            
Un messaggio di coesione con il suo unico figlio.            
Non c'è più nulla da difendere. Resta soltanto qualcuno da amare.            
Il destino scende su di te,            
perché nulla resiste così a lungo            
e soltanto un miracolo può aver spazzato via il dolore.            
Hai capito? Ora vai!            
In silenziosa prigionia il nostro sguardo s'incontra            
e sebbene la vita sia lunga, so che mi aspetterai.            
So anche questo.            
            
HOUSE ON A HILL - UNA CASA SULLA COLLINA            
            
Puoi chiamarmi bugiardo, re o stolto,            
ma cantami una canzone di prosperità!            
Più in alto andiamo, più a lungo cadremo            
ed è una lezione difficile da tenere a mente.            
Mi arrenderò e aspetterò per sempre.            
Resterò sempre in attesa per tutta l'eternità.            
E' difficile ricordare ed è difficile dimenticare            
le ombre sospese sopra di me.            
Portami a casa! Su una casa sulla collina. Nell'oblio.            
Allontana da me le ombre!            
Fammi piangere quanto un fiume,            
ma una volta che si sarà asciugato,            
spiegami le ragioni per cui lo hai fatto!            
E' un'impresa senza Dio, soffocante e fallimentare.            
Sei sempre stata ciò che ho desiderato.            
Portami a casa! Su una casa sulla collina. Nell'oblio.            
Là dove le anime non muiono mai da sole.            
Desideri amore, non indulgenza.            
Allontana da me le ombre!            
Sotto il cielo stellato si brilla nella solitudine.            
Gli occhi sono fissi sull'oceano e molto in là ad ovest della luna.            
            
NECROPOLIS - CITTA' DEI MORTI            
            
Il sole splende.            
Una vita eccezionale s'immerge in un nuovo giorno.            
Tutto ciò di cui ho bisogno è una ragione per andarmene.            
Io e te potremmo volare via.            
Potremmo volare in alto e non tornare mai più giù            
dal Paradiso che conosciamo.            
Svegliami! Gira il dito nelle mie ferite!            
Abbandona il tuo nemico sull'altare di un inganno raffinato!            
Odiami! Dipendo da te.            
Ripristina l'armonia, come fosse un fuoco nella notte!            
Avvicinati!            
C'è silenzio sul lato orientale. E' un ultimo avvertimento.            
Sul lato occidentale, lascia che tutti ti siano amici!            
Ogni nazione!            
Grazie per aver abbassato le armi.            
Questa è stata la guerra per porre fine a ogni guerra.            
Questa è stata la guerra per salvare la democrazia.            
Svegliami! Sento come dei chiodi nella schiena.            
Lascia che la tragedia faccia il suo corso!            
Che passi nel fuoco di un'ultima tentazione!            
Odiami per aver sprecato il mio tempo in mezzo al popolo,            
in nome dell'autostima!            
Non aspettare troppo!            
Non raccogliere il raccolto troppo tardi!            
Forse potrei desiderare che tu non creda al tuo destino.            
Svegliami! Gira il dito nelle mie ferite!            
Abbandona il tuo nemico al fuoco di un'ultima tentazione!            
Odiami per aver sprecato il mio tempo in mezzo al popolo,            
in questa città di morti!            
            
MY TRAIN OF THOUGHTS - IL TRENO DEI MIEI PENSIERI            
            
Nell'ombra dei miei dubbi,            
questa vita è come polvere su muri nudi.            
Tra le rovine della sconfitta, il cono di luce scompare.            
Resta un clown senza corona, il sorriso instancabilmente fisso.            
Benvenuto inverno dolce amaro dell'ultimo autunno!            
Il treno dei miei pensieri continua a trascinarmi verso il basso.            
E' più facile capire per chi ha l'anima che sanguina.            
Chi sono io per giudicare i credenti al muro dei miracoli?            
Certe illusioni si formano incomplete e con violenza.            
Così lontano e fuori strada, dove i nodi vengono al pettine,            
non sarai mai soddisfatto, ma almeno potrai andartene.            
            
SEAL OF WOVEN YEARS - IL SIGILLO DELLA TRAMA DEGLI ANNI            
            
Premi il grilletto ora, se stai cercando un eroe            
oppure ammetti che la vita dopo la morte era destinata a te o a me!            
Chi doveva simulare la creazione di un cuore malinconico,            
caldo e così debole?            
I miei occhi sono frammentati sul modello sotto di me.            
La più corposa delle bugie nasconde le tue necessità.            
Aspetta che il mattino diventi un giorno diverso            
e caricati addosso il peso di ogni cosa!            
Dici che è sbagliato,            
ma entrambi potremmo negare che c'è un destino segreto.            
Un sigillo della trama degli anni, passati in attesa di volare via.            
Sbatti la mia testa contro il muro delle rimostranze            
e mandami in pezzi delicatamente, proprio come tu hai distrutto te stessa.            
Meglio se mi lasci stare!            
Ora vattene!            
La mia anima è stata venduta per un giorno di pioggia,            
ma non è troppo tardi per battere in ritirata.            
            
POETRY FOR THE POISONED - POESIA PER QUELLI AVVELENATI            
            
(INCUBUS - INCUBO)            
C'è stato un tempo in cui ero giovane.            
Ero un ragazzo con ambizioni audaci.            
Era un periodo in cui sapevo distinguere i corrotti dai malvagi.            
C'era una canzone che qualcuno cantava.            
Era un indizio per poter comprendere.            
Era un periodo in cui ti conoscevo abbastanza            
per sapere che non te ne saresti andata.            
Vieni con me stanotte!            
Raccontami come ci si sente ad essere vivi!            
C'è stato un tempo in cui avevo rispetto, un nome e una reputazione.            
Un tempo in cui potevo guardarmi senza vedermi caduto in disgrazia.            
Troviamo un posto dove poterci nascondere!            
Vieni con me nella luce!            
Lascia che ti mostri come restare viva!            
La parola "incubo" significa "essere disteso"            
e si credeva che ogni sensazione provata a letto,            
come una forte pressione sul petto,            
specialmente se accompagnata da brutti sogni,            
fosse un segno chiaro che un incubus stesse cercando            
di avere un contatto notturno con il dormiente.            
In base al fervore religioso del Medioevo,            
non è del tutto soprendente l'idea di un demone dell'amore            
che si credeva avesse a che fare con questo fenomeno.            
(SO LONG - COSI' A LUNGO)            
Ancora un minuto prima che spunti la luce del giorno.            
Riposati! So che devi essere quasi arrivata.            
Un bacio dannato.            
La visione di un sogno per l'ultimo dei tuoi giorni di sole.            
Nella luce intensa mi sento calmo, anche se stranamente ho freddo.            
Un riposo silenzioso. Poi il risveglio.            
Signore, abbi pietà della mia anima!            
Per così a lungo il dolore mi è rimasto lontano.            
(Raccontami come ci si sente ad essere vivi!)            
Basta negarlo!            
Per così a lungo…            
(Troviamo un posto dove poterci nascondere!)            
Mi hai nutrito per tanto tempo e grazie a Dio mi hai nutrito bene.            
Dormi al sicuro!            
Questo giorno è tutto tuo, mia cara            
e io sono legato come una bestia feroce alla sua preda.            
Siamo della stessa specie io e te.            
La luna pallida vaga senza meta e io sono completamente sveglio.            
Signore, abbi pietà della mia anima!            
Per così a lungo…            
L'ultima piccola dose della tua attenzione.            
Il dolore che scorre per purificarti la mente.            
Guardami! E' il Dio della tua immaginazione.            
Senti che ci sono! Vieni con me stanotte!            
(ALL IS OVER - E' TUTTO FINITO)            
Sono la voragine del tuo cuore spezzato.            
Sono il motivo della nostra separazione.            
Che cosa accadrebbe se fosse tutto finito?            
(DISSECTION - DISSEZIONE)            
La vita è in lenta revisione.            
E' come se la potessi osservare con lo sguardo,            
in profondità, avanti e indietro.            
La tempesta rivela una strada nascosta. Il sole la illumina.            
Scendo lungo il lago, come un bambino senza paura.            
Come se fossi nel caldo abbraccio di una madre            
che sa creare un paradiso da un labirinto.            
Questi erano i miei momenti. Questi erano i miei giorni.            
            
ONCE UPON A TIME - C'ERA UNA VOLTA            
            
Provo disprezzo per questo disegno celeste che puzza di distruzione.            
Sono un mietitore di sogni meravigliosi            
e lei sa bene che sono sul bordo del precipizio.            
Sacrilegio! Spingimi in basso!            
C'era una volta. Raccontami!            
Chiudo gli occhi e mi vedo rinato.            
Ho la possibilità di correggere i miei errori.            
Non mi metterò in fila.            
Non aspetterò che Dio risplenda su di me.            
Attenderò la tempesta.            
Io sono te e so che mi hai sentito.            
Siamo gli ultimi sopravvissuti alla fine del mondo.            
Cammineremo. Correremo e andremo a nasconderci.            
Cosa succederebbe se la razza umana morisse?            
Lasciami senza respiro!            
Procediamo attraverso le ceneri di un sogno.            
Avanziamo!            
Guardami! Sono rinnovato!            
            
WHERE THE WILD ROSES GROW - DOVE CRESCONO LE ROSE SELVATICHE            
            
Mi chiamano Rosa Selvaggia, ma il mio nome è Elisa Day.            
Perché mi chiamano così non saprei dire.            
Il mio nome è Elisa Day.            
Dal primo giorno che la vidi seppi che era speciale.            
Mi guardò negli occhi e mi sorrise.            
Le sue labbra avevano il colore delle rose che crescevano giù al fiume.            
Rose rosse e selvatiche.            
Quando lui bussò alla porta ed entrò in camera,            
i miei brividi si placarono nel suo abbraccio confortevole.            
Lui era il mio primo ragazzo e con mano premurosa            
raccolse la lacrima che mi scorreva sul viso.            
Il secondo giorno le portai un fiore.            
Era più bella di qualsiasi ragazza avessi mai visto.            
Le chiese: "Sai dove crescono le rose selvatiche, dolci, rosse e libere?"            
Il secondo giorno lui si presentò con una rosa selvatica            
e disse "Mi darai in cambio le tue sconfitte e il tuo dolore?"            
Io acconsentii con la testa, distesa sul letto.            
"Se ti mostrerò le rose, mi seguirai?"            
Il terzo giorno mi portò giù al fiume.            
Mi fece vedere le rose e ci baciammo.            
L'ultima cosa che sentii fu una parola biascicata            
e lui mi stava sopra con una pietra in mano.            
L'ultimo giorno la portai dove crescono le rose selvatiche.            
Giaceva sulla riva, la brezza leggera come un ladro            
e le diedi addio. Poi dissi "La bellezza deve morire!"            
Mi chinai e le infilai una rosa tra i denti.            
            

 

Commenta il post